COMUNE CEREGNANO (ROVIGO) I consiglieri comunali Andrea Baldo e Filippo Silvestri evidenziano come l’amministrazione non abbia partecipato alla richiesta di contributi  regionali per l'adeguamento sismico

“Palestra senza progetti, Dall’Ara non partecipa al bando per sistemarla”

Musikè Fondazione Cariparo 730x90 istituzionale - post evento
La palestra di via Fermi a Ceregnano rientrava tra gli edifici che potevano partecipare al bando regionale per l'adeguamento sismico per il quale l’amministrazione poteva far domanda. Questo però non è avvenuta nonostante anche la minoranza lo abbia fatto presente

Ceregnano (Ro) - “Ennesima possibilità di partecipare ad un bando importante sfumata”. Filippo Silvestri e Andrea Baldo, consiglieri comunali di minoranza, evidenziano come sia appena scaduto il bando regionale (contributi del governo dati alle regioni) per l'adeguamento sismico di scuole o palestre scolastiche.

“Pur essendo all'opposizione, abbiamo segnalato all’amministrazione, ma il Comune di Ceregnano non ha partecipato. Perchè? Semplicemente perchè non ci sono progetti in essere finalizzati all'adeguamento sismico. - affermano - A fine 2016, come minoranza, avevamo presentato una mozione per la sistemazione della palestra in via Fermi, dove si chiedeva di presentare un progetto per la ristrutturazione/miglioramento/adeguamento sismico, viste le condizioni pericolanti. La mozione era stata approvata all'unanimità e, se ne fosse stato dato seguito, ora staremmo qua ad incrociare le dita e sperare che la domanda di partecipazione al bando venisse accolta”.

“Eravamo pure stati propositivi, ma forse lo sport e la scuola per questa amministrazione non sono le esigenze principali, visto l'esempio della scuola secondaria per la quale il Comune ha perso il finanziamento e non ci resta che una platea cementata orribile da vedere e pericolosa.
‘Abbiamo altre idee sulla palestra - aveva segnalato il Sindaco quasi un anno fa - e i progetti costano’. Altra cosa incredibile: ci è stato risposto che c'è il palazzetto dello sport a Villadose, quindi la palestra a Ceregnano non serve. - spiegano i due consiglieri -. Comunque, a tutt'oggi, queste idee non si conoscono e, come abbiamo detto in consiglio comunale, i progetti, soprattutto sulla sicurezza dei bambini, non devono essere considerati costi (certo ai fini amministrativi sì) ma investimenti. Inoltre abbiamo visto che si possono trovare fondi per cose di poco conto, come i 200 euro per patrocinare il progetto Cercando Storie (progetto delle Capanne). Piccoli importi certo, ma che se sommati gli uni agli altri potevano forse sostenere un progetto”.

In questi ultimi anni i consiglieri hanno visto fare “qualche timida asfaltatura, che è sicuramente importante, ma gli edifici destinati all'istruzione, dove trascorrono gran parte della loro giornata i nostri giovani, che sono il futuro della società, - affermano - dovrebbero rappresentare la priorità per migliorare la loro qualità e soprattutto sicurezza. Resta il fatto che del nuovo polo scolastico non si sa ancora nulla, resta il fatto che la scuola primaria ha i suoi anni e diversi problemi a livello strutturale e di manutenzione, resta il fatto che bisogna spostare i bambini delle scuole primarie con il pulmino ogni volta che devono fare attività motoria, resta il fatto che poco o nulla viene fatto ancora.
A volte si vede il Sindaco prendere appunti, come durante il consiglio comunale nel quale presentavamo la mozione sulla palestra di via Fermi, - concludono - ma abbiamo lo strano presentimento che la penna con cui scrive sia cancellabile”.
28 maggio 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Deltablues 2018