CASA SERENA ROVIGO Spunta un possibile accordo tra Comune-Regione Veneto e Ater per la concessione dell’edificio che ospiterebbe anche alloggi Ater 

Palazzo Nodari pensa ai piani vuoti di Casa Serena 

Deltablues 2018
Non solo casa di riposo ma anche nuovi alloggi Ater: questa l’idea che ora bazzica per il rilancio di Casa Serena in quanto si sarebbe avviato un dialogo tra Comune-Regione Veneto e Ater per la concessione dell’edificio 


Rovigo - Il Comune di Rovigo cerca di togliersi una della patate bollenti che ha in capo. Si tratta di Casa Serena che vede l’Iras continuare a pagare esorbitanti debiti contratti negli anni, a causa di una convenzione col Comune del 2003 dove assunse su di sé l'impegno di accollarsi le spese necessarie per la manutenzione della struttura.

Oggi invece il Comune si trova nella fase iniziale di un dialogo che vede un accordo tra tre parti: Comune-Regione-Ater. Il rapporto è stato impostato da alcune settimane, anche nella giornata di lunedì 4 giugno se ne è discusso nel tavolo tecnico tra  il sindaco e gli assessori comunali. 

L’obiettivo è quello di una possibile concessione di Casa Serena alla Regione Veneto che darebbe una parte della struttura ad Ater per realizzare degli alloggi. 

Casa Serena quindi continuerebbe non solo ad essere una casa di riposo ma la parte dei piani inutilizzati potrebbero garantire uno spazio per chi ha bisogno di casa, sia italiani che stranieri come previsto dalla graduatorie. 
 
5 giugno 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Musikè Fondazione Cariparo 730x90 istituzionale - post evento