SERVIZI LENDINARA (ROVIGO) La giunta ha firmato la delibera per il nuovo accordo tra Comune ed il centro di servizi Casa Albergo per Anziani che prevede servizi indirizzati alle fasce della terza età. Il sindaco Viaro: “Dopo questo atto passeremo alla nom

Cure domiciliari per gli anziani, nuovi servizi nel protocollo 

Deltablues 2018

Dal bagno assistito alla fornitura di pasti, la cura e l’igiene della casa, il servizio di lavanderia e guardaroba, il trasporto presso le strutture sanitarie, il servizio infermieristico o il sostegno psicologico fino all’invio di un operatore presso i domicili dei nuclei familiari in cui sono presenti ultrasettantacinquenni ai quali sarà data la giusta informativa sui possibili servizi che potrebbero essere attivati, verificando la situazione sociale e familiare: questo ciò che prevede il nuovo accordo quadro tra il Comune di Lendinara ed il centro di servizi Casa Albergo a sostegno della terza età


Lendinara (Ro) - Nuovo accordo quadro tra il Comune di Lendinara ed il centro di servizi Casa Albergo per Anziani di Lendinara per la gestione di servizi domiciliari diversi. Lo ha approvato la giunta comunale determinando il proseguimento dell’ormai consolidata collaborazione tra i due enti nel somministrare servizi a domicilio delle persone anziane o svantaggiate, curandone l’aspetto qualitativo e di accessibilità economica.

“I servizi saranno primariamente indirizzati alle fasce della terza età che necessiteranno di cure domiciliari quali il bagno assistito, la fornitura di pasti, la cura e l’igiene della casa, il servizio di lavanderia e guardaroba, il trasporto presso le strutture sanitarie, il servizio infermieristico o il sostegno psicologico - spiega l’assessore Federico Amal -. Tali servizi potranno essere usufruiti sia a domicilio che presso la struttura stessa”.

La novità dell’accordo riguarda l’avvio del progetto “Operatore di prossimità” promosso dalla Casa Albergo mediante l’invio di un operatore presso i domicili dei nuclei familiari in cui sono presenti ultrasettantacinquenni ai quali sarà data la giusta informativa sui possibili servizi che potrebbero essere attivati, verificando la situazione sociale e familiare.

“Il progetto, sostenuto economicamente sia dal Comune che dalla Casa Albergo, sarà utile anche per una mappatura dei bisogni del territorio, verificando anche un eventuale diversificazione e potenziamento dei servizi esistenti” sottolinea Amal. 

Il sindaco Luigi Viaro sottolinea la volontà di promuovere ulteriori iniziative a sostegno della struttura creando un potenziamento sia dei servizi che della rete degli attori che si occupano di una fascia così importante della popolazione. Questa iniziativa sarà anche la base dei confronti nel tavolo di sviluppo delle politiche sociali a livello intercomunale, così da poter sostenere e condividere in un territorio più ampio, le buone prassi ed i servizi già esistenti, coinvolgendo tutte le realtà locali che si interfacciano nel settore della terza età.

Amal delinea le nuove procedure di accesso ai servizi che “non saranno più di sola esclusiva competenza comunale, ma si potranno effettuare anche direttamente in Casa Albergo, demandando al Comune la presa in carico delle situazioni di comprovato disagio socio economico, snellendo, di fatto, le procedure amministrative e burocratiche. - conclude - Tutto questo nell’ottima di un implementazione dei servizi a domicilio e l’attenzione agli anziani della comunità”. 

“Dopo questa importante tappa - assicura il sindaco Viaro - a breve nomineremo il nuovo consiglio di amministrazione della casa albergo che rimarrà in carica per i prossimi 5 anni”. 

 

 

 

8 giugno 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Musikè Fondazione Cariparo 730x90 istituzionale - post evento