POLIZIA ROVIGO Rubano due biciclette, la signora se ne accorge e chiama immediatamente il 113. Denunciati due ragazzi, albanese lui, italiana lei

I ladri nascondono la refurtiva all’ex Maddalena

Deltablues 2018

Ormai è chiaro. Non servivano altre conferme, ma di fatto l’ex Maddalena è un ricovero di malviventi e refurtiva, se non di peggio. Solo la tempestiva chiamata al 113 ha dato modo agli agenti della Polizia di Stato di scovare subiti i ladri. Il consiglio è sempre quello di chiamare subito e denunciare il prima possibile


Rovigo - E’ oggetto di discussione politica da giorni (LEGGI ARTICOLO) settimane (LEGGI ARTICOLO), mesi (LEGGI ARTICOLO), ma ormai sono anni. L’ex ospedale Maddalena e il parco circostante annesso al complesso versa in condizioni critiche. Degrado pauroso che non spaventa i malviventi che lo utilizzano come rifugio. Mercoledì 6 giugno solo la prontezza di una signora che abita in Commenda ha dato modo agli agenti delle Volanti di intervenire tempestivamente. 

Erano le 21, sente aprirsi e chiudersi il cancello del condominio dove abita, esce dal balcone e vede due ragazzi con due biciclette modello Graziella. Immediata la chiamata al 113, le biciclette erano state rubate. L’immediatezza dell’intervento agevola la soluzione del caso, prima gli agenti raccolgono la testimonianza della signora che ha visto bene i ladri, un ragazzo ed una ragazza di circa vent’anni, italiana lei, albanese lui.

Poco dopo una seconda volante li intercetta in zona ex Maddalena, li ferma, nel frattempo la signora non si era persa d’animo ed aveva cominciato a girare per il quartiere in cerca delle biciclette. Da lontano vede la Polizia che chiede i documenti ai ladruncoli, chiama il 113 nuovamente e conferma “sono loro”. A quel punto gli agenti proseguono nella ricerca delle biciclette ed entrano. Non senza difficoltà, visto che ormai era buio, le trovano ben nascoste. Immediata la denuncia.

 

 

8 giugno 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Musikè Fondazione Cariparo 730x90 istituzionale - post evento