CULTURA FRATTA POLESINE (ROVIGO) Domenica 10 giugno alle ore 18.30 in Villa Badoer verrà inaugurata la mostra “Di passaggio. Tracce di viaggiatori in Polesine da Dante a Herbert” per ricordare Sergio Garbato e Gabbris Ferrari 

Un appuntamento per ricordare due grandi polesani

Sergio Garbato e Gabbris Ferrari
Deltablues 2018

I 50 disegni di Gabbris Ferrari per illustrate i racconti di Sergio Garbato nella mostra “Di passaggio. Tracce di viaggiatori in Polesine da Dante a Herbert” che verrà inaugurata a Villa Badoer il 10 giugno e sarà visitabile fino al 15 luglio 


Fratta Polesine (Ro) - Una mostra di disegni con momenti di lettura per ricordare due grandi del nostro territorio: Sergio Garbato e Gabbris Ferrari sarà inaugurata domenica 10 giugno alle 18.30 in Villa Badoer a Fratta Polesine.

“Di passaggio. Tracce di viaggiatori in Polesine da Dante a Herbert”, raccontate da Sergio Garbato e disegnate da Gabbris Ferrari prevede oltre alla mostra, aperta fino al 15 luglio, incontri letterari e musicali.

In esposizione andranno i 50 disegni di Gabbris Ferrari, realizzati per le storie di Sergio Garbato.

“Un’opera pittorica nell’opera letteraria” come è stata definita, promossa dalla Provincia in collaborazione dell’associazione Il Ponte del Sale per ricordare “l'impegno e la collaborazione” sempre profusi da Sergio Garbato per il suo Polesine e per i progetti per Palazzo Celio, partendo dal lontano 1979 con il suo contributo a l’Estate teatrale per arrivare al 2017, con Carlo Goldoni in Villa Badoer.

“Una capacità eclettica di spaziare dalla pittura all'architettura, dalla storia alla musica, dal teatro al cinema. Un sapere a 360 gradi che ha analizzato e scritto molti momenti ed aspetti del territorio, lasciando anche lui, come i personaggi illustri transitati in Polesine e raccontati nel suo ultimo volume, una traccia indelebile del suo passaggio”. Ed è proprio il suo “Di passaggio” coi disegni realizzati da Gabbris Ferrari, ad aprire la mostra che si articolerà in tre momenti. 

Si parte con l'inaugurazione il 10 giugno alle ore 18.30 con i saluti del presidente della Provincia Marco Trombini e con le letture tratte, per l'appunto, da “Di Passaggio”, a cura di Letizia Piva e Andrea Zanforlin, con interventi di Marco Munaro e musiche di Marina Pavani e Elena Spremulli al violoncello e violino. 

Il secondo appuntamento domenica 17 giugno, sempre alle 18.30, con le letture da “Cante d’Adese e Po” di Gino Piva, a cura di Stefano Rota con interventi di Marco Munaro e accompagnamento alla fisarmonica di Biancamaria Spalmotto e Walter Sigolo. Infine il terzo incontro, e chiusura mostra, il 15 luglio alle 18.30 con letture da “Di passaggio” di Luigi Marangoni, interventi di Marco Munaro e Marco Schiavon all’oboe. 

Apertura mostra dal 10 giugno al 15 luglio: sabato e domenica 9.30-12.30 e 15 -18.30.

 

 

8 giugno 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Musikè Fondazione Cariparo 730x90 istituzionale - post evento