Rovigo Oggi

Successo di prestigio per i granata 

CALCIO SERIE D ADRIA (ROVIGO) L'Adriese di Gianluca Mattiazzi batte 3-0 lo Scandicci di Marco Brachi tra le mura amiche del Luigi Bettinazzi grazie alle reti dI Marcandella, Marangon e Cesca

Il presidente del club Luciano Scantamburlo al termine del match commenta: "Una partita difficile contro un avversario molto ostico: si vince con il cuore, con la volontà e con la voglia e stiamo proseguendo nel nostro cammino, sperando di riuscire a farcela."  Sante Longato: "É stata un'ottima prestazione da parte tutti i giocatori, abbiamo vinto in maniera meritata”. Gianluca Mattiazzi: “Abbiamo usato i meccanismi giusti, e non era facile visto le molte defezioni”. 
leggi l'articolo sulla Seconda cat.
leggi l'articolo sulla Prima cat.
leggi l'articolo sulla Promozione
leggi l'articolo sull'Eccellenza


Adria (Ro) - Grande vittoria dell'Adriese che tra le mura amiche del Luigi Bettinazzi vince 3-0 contro i toscani dello Scandicci. Sono gli ospiti che cominciano meglio la gara e al 2' Giannotti calcia dal limite, mettendo poco fuori dal palo destro. I biancazzurri due minuti più tardi ci provano ancora: al 4' Vangi entra in area, palla che arriva a Martinelli, che mette poco alto sulla traversa. I granata rispondono al 9' con un lancio lungo dalla difesa per Marangon, che mette al centro un cross basso e pericoloso, ma Pellegrini interviene e trattiene tra le braccia. Etruschi ancora nelle trequarti avversaria al 15' con De Gregorio che con un bel tracciante serve Cesca che colpisce di testa, imprime forza alla sfera, ma la conclusione é centrale. I padroni di casa aumentano il ritmo: passaggio indietro di Marangon per Castellan che calcia dal settore sinistro, ma sbaglia completamente la mira. 

Occasione molto ghiotta per l'Adriese al 27': pallone che arriva a Marcandella, prova a battere Pellegrini con un pallonetto e sbaglia di pochissimo. Reazione dei fiorentini al 29' con Gori che calcia un corner e trova in area un compagno, ma non inquadra lo specchio. I padroni di casa tentano di sbloccarla con uno schema su punizione da centrocampo al 31' con Arvia che apre sulla sinistra per De Gregorio, serve Colman Castro, prova a mettere al centro, ma sbaglia tutto. Al 34' bella azione solitaria di Marangon che si accentra dalla sinistra, tira dal limite, e impegna Pellegrini che si deve distendere per mettere in angolo. 

L'episodio che sblocca il match avviene al 41': cross di Bonilla, palla che arriva a De Gregorio, che calcia in area, e Visibelli tocca di mano. L'arbitro assegna il rigore e ammonisce il difensore: dal dischetto Marcandella segna il vantaggio dei locali spiazzando Pellegrini. I bassopolesani continuano a spingere e creano altre due azioni offensive, con lo Scandicci che sente la pressione: Visibelli infatti perde la testa e viene espulso al 45' per doppia ammonizione per proteste. Nei minuti di recupero ultima chance per Cesca su punizione: la traiettoria é bella, ma Pellegrini ci arriva e salva. 

Nella ripresa non cambia il canovaccio tattico e al 48' Marangon serve Marcandella ma l'assitente segnala la posizione di offside del centravanti. Gli uomini di Brachi cercano il pareggio al 51' con la punizione battuta da Martini, ma il tentativo si spegne sulla barriera. Calcio d'angolo per i granata dalla sinistra al 58' di Arvia: Colman prolunga di testa, ma non trova nessuno e la palla esce sul fondo. Nonostante la supremazia dei ragazzi di Mattiazzi, la sfida é ancora aperta e Martinelli al 66' crossa dalla destra, trova Ammanati che colpisce di testa, ma mette sul fondo. Nuovo traversone dalla fascia di Martinelli al 70', colpisce di testa dalla sinistra il subentrato Bourezza, ma Milan non ha problemi. Due minuti più tardi arriva il raddoppio grazie ad una fantastica rete di Giacomo Marangon, che calcia dalla sinistra al volo e mette la sfera nell'angolino destro, siglando 2-0. Una traiettoria spettacolare, imparabile per Pellegrini, che inquadra lo specchio e regala una grande emozione ai suoi tifosi sugli spalti. Galvanizzato dal gol Marangon al 74' cerca la doppietta e sbaglia di pochissimo. Panelli ci prova al 77' per i toscani dalla distanza, ma sbaglia la mira, mentre al 78' su calcio piazzato Martinelli dai trentacinque metri conclude in maniera spenta. Scambio sul settore di sinistra all'81 tra Arvia e Marangon, che riconsegna ad Arvia: quest'ultimo spedisce poco alto sulla traversa. 

L'incontro si chiude definitivamente all'83 con la terza marcatura di Cesca, servito dalla fascia destra da Dall'Ara, con l'attaccante che in girata batte ancora Pellegrini. 

Molto contento del punteggio finale il presidente del club Luciano Scantamburlo, che crede sempre di più nell'obiettivo stagionale della sua squadra: "Una partita difficile contro un avversario molto ostico - commenta - i ragazzi non hanno reagito alle provocazioni e sono stati bravi. Si vince con il cuore, con la volontà e con la voglia e stiamo proseguendo nel nostro cammino, sperando di riuscire a farcela. Abbiamo ottenuto un successo meritatissimo, e adesso fino alla fine saranno altre sette finali. Tenteremo di farcela anche senza i playout ma sarà difficilissimo, perché abbiamo ancora dei rivali molto duri da affrontare." Dello stesso parere il dirigente sportivo Sante Longato: "É stata un'ottima prestazione da parte tutti i giocatori - commenta - abbiamo vinto in maniera meritata. La salvezza sembra più vicina e adesso pensiamo a goderci questa bella soddisfazione. Successivamente penseremo a domenica prossima: andremo a Piancastagnaio e non sarà facile. L'arbitro ha gestito bene la partita, valutando bene gli episodi accaduti e si é comportato in maniera equa." Il tecnico alla fine dichiara:" Avevamo preparato bene la partita in settimana - commenta Gianluca Mattiazzi - abbiamo usato i meccanismi giusti, e non era facile visto le molte defezioni. Volevamo portarla a casa a tutti i costi, visto che mancano poche partite alla fine, e giocando qui volevamo i tre punti, grazie anche all'aiuto del nostro pubblico, che é stato fondamentale. Il rigore secondo me ci poteva stare, mentre sull'espulsione penso abbia mancato di rispetto all'arbitro." 

Andrea Rizzatello

ADRIESE - SCANDICCI 3 - 0 

Reti: 43' rig. Marcandella (A), 72' Marangon (A), 83' Cesca (A) 

Adriese: Milan, Bonilla, De Gregorio, Arvia, Ballarin, Colman, Dall'Ara (44' st De Crescenzo), Castellan (29'st Bellemo), Cesca, Marangon, Marcandella. A disposizione: Bertasini, Di Bari, Amadio, De Crescenzo, Zanellato, Berti, Lestani, Nalin. Allenatore: Gianluca Mattiazzi

Scandicci: Pellegrini, Martinelli, Pucci, Panelli, Visibelli, Alderotti, Ammanati, Fornai (43'pt Martini), Vangi, Gori (1'st Bourezza), Giannotti (35'st Mazzoli). A disposizione: Lensi, Mussi, De Muynck, Poli, Carnevale, Saccardi. Allenatore: Marco Brachi 

Arbitro: Fabiano Simone di Bologna 
Assistenti: Fabris di Pordenone, Masini di Gorizia 

Ammoniti: Castellan, Bonilla (A), Gianotti, Visibelli, Martini, Pucci (S)
Espulsi: 45' pt Visibelli 

Risultati 27 Giornata 
Campionato Nazionale Serie D Girone D
Domenica 19 marzo 2017 ore 14.30 

Adriese - Scandicci 0 - 3 
Castelvetro - Mezzolara 3 - 1 
Colligiana - San Donato Tavernelle 1 - 1 
Delta Rovigo - Rignanese (posticipata mercoledì 29 marzo)
Imolese - Virtus Castelfranco (posticipata mercoledì 29 marzo) 
Lentigione - Correggese 0 - 2 
Poggibonsi - Ravenna 0 - 3 
Ribelle - Pianese 1 - 0 
Sangiovannese - Fiorenzuola 1 - 2 

Classifica: Delta Rovigo 53*, Imolese 52*, Lentigione 50, Ravenna 49, Correggese 45, Castelvetro 41, Scandicci 39, San Donato Tavernelle 36, Mezzolara 36, Colligiana 36, Rignanese 35*, Pianese 34, Ribelle 33, Fiorenzuola 30, Adriese 27, Sangiovannese 23, Virtus Castelfranco 22*, Poggibonsi 17. 

*una partita in meno 

Prossimo Turno 28 Giornata 
Campionato Nazionale Serie D Girone D 
Domenica 26 marzo ore 15 

Correggese - Delta Rovigo 
Mezzolara - Ribelle 
Pianese - Adriese 
Poggibonsi - Imolese 
Ravenna - Lentigione 
Rignanese - Fiorenzuola 
San Donato Tavernelle - Sangiovannese 
Scandicci - Colligiana 
Virtus Castelfranco - Castelvetro 

19 marzo 2017