Rovigo Oggi

Ciak si parte: via alle riprese sull'isola di Albarella

IL FILM A ROSOLINA (ROVIGO) Parteciperanno una cinquantina di persone del luogo, a fare da contorno a una tormentata e commovente storia d'amoreĀ 

La presentazione è del 31 luglio scorso, mentre le riprese vere e proprie cominciano domenica 6 agosto, sull'isola di Albarella. Una produzione rigorosamente made in Polesine, con anche le musiche curate dal noto artista rodigino Guido Frezzato


Rosolina (Ro) - Lunedì 31 Luglio a Mare Vostrum di fronte ad un tramonto mozzafiato sulla laguna dell'isola di Albarella e ad un pubblico numeroso, elegante ed attento Simona Fabian, che organizza eventi sull'isola con lo scopo di coinvolgere i suoi villeggianti, ha presentato lo scrittore Stefano Viaro Targa e il regista Ferdinando De Laurentis.

Numerose le domande del pubblico relative alla realizzazione del nuovo film del regista De Laurentis intitolato "L'isola (coma profondo)"  tratto dal romanzo d'amore "Coma Profondo-l'Isola" che da domenica 6 agosto prenderà il via nell’isola di Albarella fino al 10 agosto. Il cast prevede la partecipazione di una cinquantina di giovani tra i 18 e i 25 anni. I protagonisti saranno Nicolò D’Angelo, Beatrice Bano, Marco Crepaldi, Giacomo Battaglia, Greta Zarano, Sofia Favero ed Elisa Marini neo miss Cinema Cad sociale a Caorle premiata proprio da De Laurents. La pellicola sarà pronta per la primavera del 2018 e Simona Fabian ha espresso la volontà di creare un evento in cui il film potrà essere presentato agli albarelliani in un momento comune di condivisione nell'isola di Albarella alla presenza anche dello staff dirigenziale e alle autorità locali.

Il lungometraggio è ambientato nell’isola polesana di Albarella ed è il racconto della storia d’amore, durata un’estate, di Kate (Beatrice Bano) e Giovanni (Nicolò D’Angelo). Lei ragazza russa, bellissima, dagli occhi di ghiaccio e lui, un ragazzo qualunque che sta trascorrendo la sua estate al mare, tra uscite con gli amici e partite di golf. È una storia ricca di sentimenti ed emozioni che offre uno spaccato dei giovani di oggi, con elementi a tratti ironici e a tratti più seriosi. Le avventure si svolgono sull’isola e poi in seguito a Firenze, nel Senese, a Bologna e a Verona. Il racconto si conclude con un epilogo commovente, che darà una svolta inaspettata a una vicenda fino a quel momento spensierata e serena. Una storia che, secondo il giovane scrittore Viaro Targa alla sua prima edizione, racconta il senso dell’amicizia, dell’amore, e che insegna l’importanza di vivere appieno il presente gioendo di ogni momento presente.

Le riprese dureranno circa 20 giorni, dunque presumibilmente fino alla fine di agosto. C’è molta attesa ad Albarella. I set saranno dislocati in diverse zone dell’isola. Si sa per certo, però, che alcune scene saranno ambientate al Golf club, in alcune strutture note di Albarella, sulla spiaggia e nell’oasi naturalistica, ma anche in abitazioni private generosamente messe a disposizione da alcuni albarelliani. “L’isola” sarà il racconto di un luogo a contatto con la natura, un’oasi lontana, tranquilla, differente dalla vita di tutti i giorni, e sospeso tra il sogno e la realtà: “Vogliamo raccontare le sensazioni di un luogo di relax isolato da tutto, un luogo pagano e sacro allo stesso tempo”, ha svelato De Laurentis. “All’interno dell’isola esplode poi una grande storia d’amore”.

Autore delle musiche è Guido Frezzato, mentre l’esperto Giulio Pola sarà il direttore alla fotografia. La troupe è quella collaudata del Tpo. Le pubbliche relazioni del progetto sono tenute da Simona Fabian.

 

 

4 agosto 2017