Rovigo Oggi

Musica che fa volare nel regno della fantasia

ROVIGO CELLO CITY Un secondo appuntamento che ha entusiasmato i piccoli presenti: sorrisi e applausi all'Auditorium del Conservatorio per lo spettacolo Il violoncello e le Formiche di Fabio Vettori

Un festival che continua a catturare l’attenzione di grandi e piccini: Rovigo Cello City chiude anche il secondo appuntamento del 3 settembre tra gli applausi di un folto pubblico entusiasta. Applaudita l’avventura delle formiche di Fabio Vettori raccontata dalla voce di Saida Puppoli accompagnata dai ragazzi de I violoncelli 




Rovigo – Grande successo per la prima dello spettacolo Il violoncello e le formiche di Fabio Vettori, un inedito racconto in musica che è stato scritto proprio per Rovigo Cello city da Marco Schiavon. Bambini entusiasti e genitori anche. L'avventura delle simpatiche formiche, disegnate da Fabio Vettori sui testi originali ha conquistato tutti grazie al talento congiunto dei grandi artisti presenti sul palco: i bravissimi ragazzi de I Violoncelli di Rovigo Cello City, Gerardo Felisatti al piano e l'attrice Saida Puppoli che ha dato vita ai personaggi sullo schermo. Incredibili le singole performance dei 9 violoncelli, da quella di Riccardo Giovine alla strabiliante di Michele Ballo di soli 12 anni, tutte però sono state intense e coinvolgenti.

Un contesto unico in cui tradizione musicale ed altre espressioni artistiche si sono fuse per dar vita ad uno spettacolo diverso e divertente che, in linea con gli obiettivi del festival, si è proposto di far conoscere a tutti il meraviglioso mondo del violoncello e far avvicinare anche i più giovani alla musica.

4 settembre 2017