Rovigo Oggi

Biblioteca ancora in bilico

CULTURA ROVIGO Servizio bibliotecario ancora in "crisi" perché i soldi promessi dal Comune non sono ancora arrivati. Enrico Zerbinati, presidente: “Quel contribuito ci darà solo un altro mese di respiro”

I soldi promessi e già deliberati dalla giunta comunale non sono ancora arrivati (LEGGI ARTICOLO) e le difficoltà continuano ad essere pesanti. Parliamo della gestione della Biblioteca, condivisa tra Comune e Accademia. Ma il Comune non versa la sua parte e seppure arrivassero i 25mila euro già deliberati garantirebbero solo un altro mese di stipendi. Il presidente dell’Accademia Enrico Zerbinati: “Siamo pronti a cambiare la convenzione ma resta fisso il punto che ogni anno il Comune deve mettere a bilancio i soldi per la biblioteca”


 
Rovigo – Si avanza di mese in mese, continuamente in difficoltà. Eppure la biblioteca non è solo dell’Accademia, ma anche del Comune, che non versa però la sua parte. Dopo l’accordo raggiunto all’ultimo momento, dopo l’intervento dei sindacati e il grido d’aiuto dell’Accademia, il Comune ha deliberato a fine luglio una somma di 25mila euro per la Biblioteca che, tuttavia, non è ancora arrivato. E quando arriverà, si spera a giorni visto che la giunta ha deliberato il versamento della somma oltre un mese fa, non sarà comunque sufficiente. Come conferma il presidente dell’Accademia, Enrico Zerbinati, basteranno a pagare gli stipendi per un mese. Ma il presidente vuole credere al Comune e spera che arriveranno anche gli altri soldi, ne va della sopravvivenza della Biblioteca che, ricordiamo, è di proprietà condivisa tra Comune e Accademia. La somma complessiva che il Comune dovrebbe versare è di 200 mila euro. “Spero che entro la fine dell’anno arrivino anche i 175mila euro che mancano”, commenta Zerbinati. Ma, ormai inutile ripeterlo, il Comune è bloccato dall’incombenza degli oltre 8 milioni di euro da pagare per la così detta “questione Baldetti”.

Alessandra Sguotti, da poco assessore alla Cultura, incontrerà in veste ufficiale i presidente dell’Accademia la prossima settimana. Nel frattempo, commenta: “Noi abbiamo fatto la nostra parte, abbiamo già deliberato il contributo da 25mila euro promesso. Se non sono ancora arrivati i soldi all’Accademia deve essere solo un problema di cassa”. Ma parliamo solo di 1/8 dei soldi che il Comune deve all’Accademia per la gestione della biblioteca. “Non voglio dire che chiuderemo la biblioteca – commenta il presidente dell’Accademia Enrico Zerbinati – ma noi non abbiamo più soldi da parte, abbiamo già un fido e non so come faremo ad andare avanti se il Comune non versa la sua parte. Siamo disponibili al dialogo e nei prossimi giorni chiederemo la convocazione del tavolo tecnico per discutere la convenzione tra i due enti per la gestione della biblioteca, che il Comune vuole cambiare. Restano però, per noi, due paletti fissi sui quali non si può discutere: l’autonomia dell’Accademia, che non può e non ha senso che dipenda dal Comune, e la somma del Comune che deve ogni anno essere messa nel bilancio preventivo. Possiamo anche discutere sull’entità della cifra ma non sul fatto che debba ogni anno comparire nel bilancio preventivo”.

6 settembre 2017