Rovigo Oggi

L’arte di Gabbris verso l’eterna bellezza 

FONDAZIONE BANCA DEL MONTE ROVIGO Conclusa la prima parte del progetto di alternanza scuola lavoro per nove studenti di classi quinte dell’Iis De Amicis. Hanno catalogato le opere del maestro donate 

Catalogate le opere di Gabbris Ferrari da parte di nove studenti dell’istituto De Amicis di Rovigo alla Fondazione Banca del Monte, teatro del progetto di alternanza scuola lavoro. La seconda parte del progetto sarà finalizzata alla promozione e alla divulgazione della figura e dell’arte di Ferrari



Rovigo - Dall’organizzazione del laboratorio allo studio del set fotografico fino all’acquisizione delle modalità e delle procedure dell’attività fotografica, dall’organizzazione del lavoro di catalogazione alle modalità e procedure della catalogazione, dallo studio delle opere alla realizzazione di schede descrittive delle opere. Sono queste le attività, sotto la guida dei docenti Rossella Fontanazza e Anna Casazza per la parte tecnica e Cristina Ferrari per la catalogazione, con cui gli alunni delle classi VAg VBg e VAt degli indirizzi grafica e comunicazione e turismo dell’Iis De Amicis si sono cimentati per l’alternanza scuola lavoro che si tenuta alla Fondazione Banca del Monte di Rovigo. 

Un vero lavoro di squadra dove ognuno dei ragazzi ha potuto esplicare il proprio ruolo e contribuire al risultato del progetto proposto da Fondazione in merito alla catalogazione delle opere di Gabbris Ferrari donate di recente alla stessa Fondazione.

Un lavoro complesso che i ragazzi hanno svolto egregiamente, avendo ben compreso gli obiettivi  del progetto, sotto la supervisione degli insegnanti che hanno affiancato con dedizione un lavoro impegnativo ma molto appassionante. Il lavoro operativo è stato eseguito con strumentazione fornita dalla scuola: l’istituto De Amicis possiede infatti una dotazione tecnica di alto livello che ha reso possibile l’esperienza di fotografia.

L’ultimo giorno del progetto di alternanza scuola lavoro i rappresentanti della Fondazione hanno voluto incontrare tutti i ragazzi e gli insegnanti per uno scambio di opinioni a conclusione dell’esperienza. Ne è uscito un sereno e costruttivo momento di conversazione tra il segretario generale Giorgio Lazzarini, la tutor aziendale Cinzia Malin, gli insegnanti e gli studenti del De Amicis Matteo Beccati, Licia Brajato, Giada Breda, Giulia Cabbia, Vittoria Donatone, Debora Maron Mattia Previato, Valentino Pizzo, Doina Sajin. Significative sono le affermazioni dei ragazzi, che danno testimonianza della serietà con cui hanno affrontato l’impegno e della consapevolezza raggiunta in un lavoro per loro del tutto nuovo ma altamente gratificante.

A breve è previsto lo svolgimento della seconda parte del progetto di alternanza scuola lavoro che la Fondazione e l’istituto scolastico appronteranno riprendendo il lavoro eseguito e che sarà finalizzato alla promozione e alla divulgazione della figura e dell’arte di Gabbris Ferrari.

 

11 novembre 2017