Rovigo Oggi

Il compositore adriese sbarca negli Usa

MUSICA ADRIA (ROVIGO) Le note di Tiziano Bedetti arrivano negli Stati Uniti: il suo brano Venetian Dna sarĂ  eseguito a Scottsdale e Phoenix, in Arizona, dal Quartetto Aires

La famosa composizione del musicista adriese Tiziano Bedetti, Venetian Dna, sbarca negli States: sarà eseguita in Arizona, dal quartetto di fisarmoniche Phoenix


Adria (Ro) – Il talentuoso compositore di Adria, Tiziano Bedetti, viene eseguito negli Stati Uniti alla fine di marzo. Il suo ormai famoso Venetian Dna sarà infatti eseguito all'Italian Festival a Scottsdale, in Arizona, il 24 e il 25 marzo dal Quartetto Aires di Fisarmoniche. E il giorno seguente, il 26 sbanca annche all'Mim, Musical Instrument Museum di Phoenix, sempre in Arizona.

I concerti sono organizzati nell'ambito della tournèe americana del Quartetto Aires composto da Mauro Scaggiante, Alex Modolo, Alessandro Ambrosi e Federico Zugno alle fisarmoniche che si era recentemente esibito presso il Teatro La Fenice di Venezia riscontrando un grande successo di pubblico e di critica. Il programma prevede anche musiche dei compositori Nicola Campogrande, Fabrizio Festa e Mario Pagotto. Il Quartetto Aires nasce nel 2014 dal comune intento di quattro giovani musicisti, curiosi di esplorare, attraverso la musica d'insieme, le potenzialità timbrico-espressive della fisarmonica, strumento assai recente che negli ultimi decenni ha conosciuto una rapidissima crescita.

Non sono molti i brani originali per questa formazione, ed è proprio da qui che inizia il percorso del Quartetto: una strada fatta di brani composti gli stessi, come compositori, da collaborazioni con compositori e di recupero di materiale passato, rivitalizzato dall’adattamento a questo organico del tutto particolare.

Il repertorio del Quartetto comprende quindi brani tratti dalla letteratura barocca, come il Concerto in La minore per quattro cembali Bwm 1065 che Johann Sebastian Bach ha trascritto dal concerto in Si minore per quattro violini di Antonio Vivaldi, e arriva fino ai giorni nostri con brani scritti da Mauro Scaggiante, un componente del Quartetto, e brani di compositori di rilievo internazionale quali Mario Pagotto, Paolo Troncon, Tiziano Bedetti, Fabrizio Festa, Simone Tonin, Fabrizio Festa, con i quali si è intrecciato un fitto rapporto volto a creare una letteratura originale per quattro fisarmoniche.
12 marzo 2018