Rovigo Oggi

Summit finale del progetto europeo che supera le frontiere

PROGETTO ADRIA (ROVIGO) All'Ostello Amolara sono stati valorizzati i risultati del progetto europeo Trasnational Adult School Prototype rivolto ad adulti di otto diversi paesi europei

Hanno partecipato studenti adulti spagnoli, italiani, lituani, sloveni, rumeni, bulgari, turchi e della Repubblica Ceca al progetto finanziato dalla commissione europea all'interno del programma Erasmus Plus per svolgere nove corsi 

Adria (Ro) - All'Ostello Amolara di Adria, organizzato dal comitato per i gemellaggi del Comune di Ceregnano si è tenuto l'evento del progetto europeo Tasp (Trasnational Adult School Prototype). 
E' stato il momento in cui sono stati valorizzati i risultati di questo progetto costituito da una scuola on-line per gli adulti di otto diversi paesi europei. Spagnoli, italiani, lituani, sloveni, rumeni, bulgari, turchi e della Repubblica Ceca hanno frequentato via Internet corsi gratuiti di Storia, Letteratura, Arti e disegno, Autoimprenditorialità, Inglese livello A2, Scienza e Tecnologia, Grammatica comparata, Intercultura e Cittadinanza Europea eseguendo tutte le attività interattive previste e superando un questionario finale per singolo corso, il tutto in inglese. 

Per illustrare i risultati conseguiti e l'organizzazione di questa scuola sperimentale on-line è intervenuta la coordinatrice generale spagnola Marina Martinez Aguilera (in rappresentanza del partner spagnolo di Vicar - Andalusia). Successivamente hanno relazionato sui nove corsi Ivo Zambello, presidente di Cercogem, Francesco Cuoghi e Salvatore Filella, co-autori e responsabili in particolare del corso sulla Cittadinanza Europea. Il progetto, giunto ormai ai suoi ultimi 4 mesi, si è sviluppato attraverso 3 anni ed è stato finanziato dalla Commissione Europea all'interno del programma Erasmus Plus. 

La platea era costituita da rappresentanti di enti e associazioni che si occupano di istruzione e formazione degli adulti e che operano nelle province di Rovigo, Verona, Ferrara e Firenze. "Tra gli obiettivi del progetto - ha affermato Ivo Zambello - risulta evidente quello della cooperazione transnazionale visto che ciascun partner è responsabile di una classe virtuale composta da studenti di otto paesi diversi. Questo assegna un valore aggiuntivo a Tasp in un momento in cui l’Europa va mostrando una crisi di ideali". Dopo la presentazione dei vari corsi, sono intervenuti nella discussione Antonio Giolo, Paolo Bordin e Stefano Cobello con contributi di alto spessore culturale, segno di vivo interesse per il progetto. 

Durante il dibattito è emersa la possibilità, anche per soggetti diversi dalle organizzazioni partner, di poter accedere gratis ai 9 corsi dopo il 31 agosto 2018, data di conclusione del progetto. Ad arricchire il programma dell'evento è intervenuto il coro Gregoriano "Maria Mater Gratiae" diretto dal maestro Carlo Folchini che ha fatto precedere l'esecuzione di ciascun brano da una breve presentazione la quale ha consentito ai presenti di gustare sia i testi che le melodie così ricche di suggestione e di incanto da "far pensare- come affermato Folchini - che il gregoriano è stato il primo prodotto artistico dell'Europa Carolingia".
14 aprile 2018