Rovigo Oggi

Ore febbrili, sul tavolo in arrivo delle proposte

CALCIO ROVIGO Novità in casa Boara Pisani, lasciano Gigi Napoli e il ds Lorenzo Cremonese. Tre ipotesi sul tavolo dell’assessore Andrea Bimbatti, anche quella del presidente Calabria per un progetto allo stadio Gabrielli e il Loreo

Tre gli scenari possibili. La cordata Benasciutti-Simeoni, quella rappresentata dall’Asd Città di Rovigo attualmente in Terza categoria, e il passaggio del Boara Pisani al Gabrielli ripartendo dalla Prima. Intanto Gigi Napoli e il ds Lorenzo Cremonese lasciano la società alla vigilia della riunione decisiva per programmare la stagione. Sullo sfondo anche il Loreo che già più volte è stato vicino al capoluogo e disputerà la stessa categoria del Boara Pisani

leggi l'articolo su Michele Florindo nuovo tecnico dell'Adriese
leggi l'articolo sull'ex preparatore dell'Adriese
leggi l'articolo sul pranzo di fine stagione dell'Adriese
leggi l'articolo sulla Prima categoria
leggi l'articolo sulla Terza categoria


Rovigo - Ci sarebbe un progetto, tre attualmente allo studio dell’assessore allo Sport Andrea Bimbatti. Tre ipotesi sul nuovo Rovigo calcio allo stadio Gabrielli, fermo restando la permanenza dell’Asd Rovigo (LEGGI ARTICOLO) che cura esclusivamente il settore giovanile. Tra fantascienza e colpi di sole il faro della vicenda deve essere sempre il regolamento Figc, e per come è andata l’anno scorso con la partenza dalla Terza categoria dell’Asd Città di Rovigo (LEGGI ARTICOLO), è meglio studiarselo bene.

Andrea Bimbatti, nella doppia veste di vicesindaco (LEGGI ARTICOLO), non è nato ieri sul fronte calcistico. Già alla guida del Boara Polesine, poi vicepresidente, è stato tra gli artefici del passaggio del Delta Porto Tolle a Rovigo, poi la società del patron Visentini ha preferito ritornare in bassopolesine (LEGGI ARTICOLO). Se i tifosi chiedono da 12 mesi una categoria consona alla città capoluogo (LEGGI ARTICOLO), ci sono dei vincoli di cui tenere conto. Una società con un anno di vita non può chiedere ripescaggi, entro metà giugno una società che vuole (in accordo con l’amministrazione comunale) trasferirsi al Gabrielli lo deve comunicare alla Figc. Entro questa settimana si dovrebbe decidere, al massimo la prossima. 

Tre gli scenari possibili. La cordata Benasciutti-Simeoni (LEGGI ARTICOLO) si è già fatta avanti incontrando più volte Luigi Paulon prima del cambio di deleghe, ed Andrea Bimbatti poi. Sul fronte delle società la cordata ferrarese-polesana ha avuto confronti serrati con parecchie società, di fatto si cerca una categoria consona al palcoscenico per partire con un progetto ambizioso. Il Loreo sembra quella più accreditata allo stato attuale, ma le cose evolvono di ora in ora. Di sicuro il progetto sembra quello più credibile con il supporto di Banasciutti & C.. Il problema è proprio questo. Per mantenere la categoria qualsiasi società si può muovere all’interno della provincia di appartenenza o al limite nelle zone limitrofe. Tradotto in soldoni, se il Chievo Verona, per pura ipotesi, secondo le norme Figc, se volesse giocare e trasferirsi al Gabrielli perderebbe il titolo sportivo. 

La seconda cordata è rappresentata dall’Asd Città di Rovigo e da un noto imprenditore trevigiano, la terza ipotesi è il passaggio del Boara Pisani in città. La società presieduta da Giuseppe Calabria avrebbe già incontrato l’assessore Andrea Bimbatti, si presenterebbe al Gabrielli con la Prima categoria che non è l massimo, ma ci sarebbe un progetto di crescita, ma non è noto con chi.

In questa ottica arriva la notizia dell’abbandono di due figure di riferimento del Boara Pisani (LEGGI ARTICOLO). Lo hanno annunciato nella mattinata di mercoledì 16 maggio il dirigente Gigi Napoli e il direttore sportivo Lorenzo Cremonese. Già durante la stagione c’era stato il cambio di guida tecnica, ma i problemi evidentemente erano altri.

Uno stadio per tre insomma, spetterà all’assessore Andrea Bimbatti decidere la strada migliore per il bene del calcio e della città.

Andrea Rizzatello

 

 

16 maggio 2018