Risultati per "gian-antonio-cibotto"

LETTERATURA ROVIGO L’intervento a Palazzo Montecitorio di Diego Crivellari per commemorare Gian Antonio Cibotto, scomparso il 12 agosto 

L'autore delle pagine più belle del Polesine ricordato alla Camera

E’ morto a Rovigo lo scorso mese di agosto Gian Antonio Cibotto, scrittore, poeta, giornalista, critico letterario..

INIZIATIVE ROVIGO Venerdì 1 settembre alle ore 21.15 l’associazione Fiab ha deciso di dedicare una serata speciale a Gian Antonio Cibotto

Pedalata in onore del giornalista scomparso da poco

Dopo le consuete pedalate serali d’agosto, dedicate ai poeti polesani in lingua dialettale di inizio Novecento..

LUTTO LENDINARA (ROVIGO) Una commossa cerimonia nella chiesa di Santa Sofia ha dato l'ultimo saluto a Gian Antonio Cibotto, scrittore, giornalista, intellettuale che ha affrescato in modo indimenticabile la nostra Provincia

Addio al maestro: il Polesine è più povero

La sua opera, forse, sarà compresa pienamente solo in futuro. Perché Gian Antonio Cibotto...

LA CULTURA IN LUTTO (ROVIGO) Oggi a Santa Sofia, Lendinara, i funerali dello scrittore, noto a livello nazionale. Ha donato la sua intera biblioteca

L'ultimo regalo del grande Toni: 60mila libri all'Accademia

La sua intera biblioteca, 60mila volumi, donata all'Accademia dei Concordi. Un lascito che ora sarà inventariato grazie...

LA CULTURA IN LUTTO (ROVIGO) Se n’è andato a 92 anni. Giornalista, scrittore, ha saputo come nessun altro cantare la bellezza e l’incanto del Polesine, ma anche i suoi drammi e la sua forza

Il Polesine piange il suo cantore: addio a Gian Antonio Cibotto

I più giovani lo ricordano in giro alla sua Graziella, per Rovigo, con l’immancabile cappello in testa, il parlare forbito...

GRANDE ALLUVIONE ROVIGO Dopo 60 anni nel tragico anniversario che causò la morte di 84 polesani e 180mila senzatetto la testimonianza del giornalista Giuseppe Rossato, al tempo responsabile della sala stampa internazionale con Gian Antonio Cibotto

Io c'ero, un mese d'inferno

"Eravamo tutti impreparati, le istituzioni inizialmente hanno tranquillizzato i cittadini, i tecnici hanno preso la catastrofe con leggerezza e le operazioni per far fronte all'emergenza non erano coordinate". Il dramma dell'alluvione in Polesine, avvenuta il 14 novembre 1951, è un ricordo vivo nelle parole di Giuseppe Rossato...