SPEEDWAY CAMPIONATO ITALIANO OPEN Andrea Maida campione della sesta prova tricolore

Zampata vincente a Lonigo del campione polesano

Tra ville e giardini 2018

Nella gara finale del campionato italiano Open individuale di domenica 10 ottobre si è assistito alla vittoria di Mattia Carpanese al suo terzo titolo nazionale e alla straordinaria esibizione del veterano Andrea Maida, prossimo al ritiro


Lonigo (Vi) – Stagione agonistica dello speedway tricolore che si defila con le sue ultime battute del 2010. Domenica 10 ottobre sulla pista iridata Santa Marina di Lonigo, teatro della gara finale del campionato italiano Open individuale, ancora una volta si è potuto assistere ad una gara spettacolare quanto combattuta terminata con due risvolti diversi.
Se da una parte si assegnava il titolo tricolore individuale 2010 al giovane talento padovano Mattia Carpanese al suo terzo sigillo nazionale, dall’altra parte si assisteva alla straordinaria esibizione del veterano Andrea Maida, oramai imminente il suo ritiro dalle competizioni, concludere con una brillante e convincente vittoria. Il 46enne di Loreo, con una prova magistrale riusciva nell’impresa di mettere in riga le giovani leve dello speedway tricolore.

Nelle cinque manche di qualificazione Maida infilava di seguito quattro combattute vittorie nell’ordine su Zambon, sulla coppia polesana formata da Gregnanin e Cavicchioli, sul francese ospite della gara Salanova e successivamente sul neo campione tricolore Carpanese. Nella sua ultima uscita Maida partito dallo start per vie esterne, si lanciava all’inseguimento di Franchetti per oltre due tornate per poi desistere ed accontentarsi della seconda posizione di manche. Finale che si interrompeva dopo due giri a causa della caduta di Franchetti, ingiustamente squalificato, nel tentativo di evitare Carpanese bloccato da un guasto meccanico; manovra che riusciva a Maida senza correre grossi rischi. Nella ripetizione a tre Maida prendeva la testa della manche subito dalla prima curva su Carpanese, che successivamente doveva cedere anche agli attacchi del folletto rodigino Gregnanin che agguantava la seconda piazza. Con le posizioni che rimanevano invariate fino sotto la bandiera a scacchi, vedeva i primi due gradini del podio occupati dai due piloti polesani.

Mattia Carpanese giunto terzo si aggiudicava comunque il titolo individuale tricolore 2010 di speedway seguito dal vice Andrea Maida e sorprendente il terzo posto del torneo per l’altro giovane polesano Mattia Cavicchioli. Al termine della gara Maida ha affermato: “Sono molto soddisfatto della vittoria che ho cercato di conquistare con tutte le mie forze per molti motivi. Il più di tutti era quello di dedicare il successo al caro amico Paolo Bellini prematuramente scomparso nei giorni scorsi. Progetto a cui ho intenzione di continuare a collaborare per cercare di portare a termine un suo sogno che ha rincorso per diversi anni”.

Classifica 6^ prova italiana individuale: 1.Maida 14+3, 2.Gregnanin 13+2, 3.Carpanese 14+1, 4.Franchetti 13+0, 5.Zambon 9, 6.Castagna 9, 7.Cavicchioli 8, 8.Manev (Bulgaria) 8, 9.Salanova (Francia) 7, 10.Del Torre 7, 11.Seren 6, 12.Novello 6, 13.Lorenzoni (Francia) 5, 14.Scagnetti 3, 15.Marzotto 1, 16.Stevanini 1, 17.Tocheport (Francia) 0, 18.Maran 0.
Classifica campi italiano individuale 2010: 1.M.Carpanese  -Campione d’Italia- 139, 2.A.Maida 121, 3.M.Cavicchioli 102, 4.G.Franchetti 88, 5.J.Seren 79, 6.M.Gregnanin 76, 7.A.Baroni 68, 8.A.Novello 68, 9.P.Scagnetti 57, 10.D.Del Torre 49, 11.M.Marzotto 48, 12.M.Castagna 48, 13.M.Zambon 38, 14.F.Stevanini 27, 15.D.Maran 19, 16.L.Bevilacqua 13, 17.A.Ugolini 5, 18.S.Rizza 3.
13 ottobre 2010
Studio legale Fois 468x60




Correlati: