Condividi la notizia

Pensiamo anche ai nostri amici a quattro zampe

ULTIMO DELL'ANNO 2010 ROVIGO Appello degli animalisti a salvaguardare gli animali domestici dai botti

0

La tradizione di esplodere i fuochi d'artificio la notte del 31 dicembre, per festeggiare l'arrivo del nuovo anno, può provocare seri danni agli animali, domestici e non. La Lac del Veneto spiega quali siano gli accorgimenti da seguire per mettere al sicuro cani, gatti e uccellini, ma il consiglio principale è di evitare i botti di San Silvestro


Rovigo - I fuochi di San Silvestro possono essere pericolosi, non solo per le persone, ma anche per gli animali. La Lac del Veneto a tal proposito, per voce del presidente Andrea Zanoni, lancia un accorato appello: “I cittadini che amano gli animali, domestici e selvatici, sono invitati a non utilizzare i botti per festeggiare l’arrivo del nuovo anno”.

Secondo gli animalisti, infatti, lo scoppio dei fuochi artificiali in piena notte causa agli animali danni inimmaginabili. Negli uccelli un botto causa uno spavento tale che li induce a fuggire dai dormitori (alberi, siepi e tetti delle case), volando al buio alla cieca anche per chilometri, andando a morire sfracellati addosso a qualche muro, albero o cavi elettrici; quelli che riescono ad atterrare o a posarsi in qualche albero spesso muoiono assiderati a causa delle rigide temperature invernali ed alla mancanza di un riparo.

Nei gatti, e soprattutto nei cani, un botto crea forte stress e spavento tali da indurli a fuggire dai propri giardini e recinti, per scappare dal rumore a loro insopportabile, finendo spesso vittime del traffico o di ostacoli non visibili al buio.
Negli animali degli allevamenti come mucche, cavalli e conigli, le conseguenze delle esplosioni possono provocare nelle femmine gravide addirittura l’aborto da trauma da spavento.

Ciò è dovuto in particolare alla soglia uditiva degli animali, molto più sviluppata e sensibile di quella umana.
I cittadini possiedono cani e gatti possono seguire alcuni accorgimenti per metterli al sicuro: se si tratta di gatti, è bene rinchiuderli in luoghi tranquilli (garage, bagno, ad esempio), possibilmente chiudendo le finestre in modo che anche i bagliori, oltre ai rumori, siano diminuiti; comportarsi in modo del tutto normale, soprattutto nel caso dei cani, senza cercare di rassicurare e di accarezzare l’animale se questo mostra paura; se il cane vede che il proprietario non si agita, di conseguenza si sentirà più tranquillo.
Articolo di Mercoledì 29 Dicembre 2010

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it