SALUTE ROVIGO La Cgil provinciale ha organizzato un convegno per capire il funzionamento del nuovo Piano socio sanitario regionale. Sabato 19 novembre alla cittadella dell'Ulss 18

Quale futuro per la sanità in Polesine

Confartigianato evento 21 novembre 2018

Che sanità avremo in Polesine? Sabato 19 novembre a Rovigo il convegno organizzato da Cgil con i rappresentati regionali autori del Piano socio sanitario che spiegheranno le applicazioni una volta adottato dal consiglio regionale. Rappresentanze della Cgil sabato mattina si posizioneranno davanti agli ospedali della provincia per incontrare la gente e raccogliere le problematiche quotidiane dei cittadini nell'accesso ai servizi sanitari


 

Rovigo - “Condividiamo la filosofia del documento preparato dalla Regione Veneto, ma vogliamo essere certi della sua messa in pratica”. Da questa base Funzione pubblica di Cgil Rovigo ha deciso di organizzare un convegno dal titolo: Quale sistema socio sanitario per il Polesine? Sabato mattina 19 novembre, presso l’aula magna della cittadella socio sanitaria di Rovigo, i maggiori esperti regionali ne parleranno e ne discuteranno con i rappresentati del sindacato. 

 

“L’adozione di questo documento segnerà un momento storico per il nostro territorio - afferma Davide Benazzo, segretario Fp Cgil Rovigo - da questo momento di confronto vorremo meglio capire in quale direzione andrà la sanità pubblica regionale ed in particolare quella polesana. Che fine faranno le Ulss 18 e 19, gli ospedali pubblici e privati. Noi, in questa occasione, non mancheremo nel presentare le nostre idee cercandole di farle condividere ai nostri invitati”.

Al convegno saranno presenti: Leonardo Padrin, presidente quinta commissione regionale, Mauro Mainardi, Cristiano Corazzari e Graziano Azzalin, consiglieri regionali, Pierangelo Spano, segretario regionale Fp Cgil Veneto, Antonio Bombonato e Marina Bovolenta, presidenti della conferenza dei sindaci Ulss 18 e 19, Adriano Marcolongo e Giuseppe dal Ben, direttori generali delle Ulss 18 e 19. 

 

Unitamente al convegno di sabato mattina, la sezione Spi della Cgil di Rovigo, sosterà davanti agli ospedali pubblici e privati della provincia per incontrare la gente e capire dai diretti interessati le problematiche che quotidianamente ci sono per chi si deve recare ai nosocomi provinciali. “Abbiamo molte testimonianze che ci dicono che c’è gente che rinuncia alla cure di media entità perché non ha abbastanza soldi e preferisce poter fare le spesa - afferma il segretario provinciale Spi Vincenzo Malagugini - Vogliamo essere da supporto a tutte le fascie di età e soprattutto per i pensionati che, sempre più spesso, per colpa degli aumenti, preferiscono rinunciare alla cure”. Sabato a margine del convegno Malagugini consegnerà le segnalazioni ai rappresentati della Regione.

 

17 novembre 2011
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

ebook baseball

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento