SOCIETA' PARTECIPATE ROVIGO Assemblea del Consorzio Rsu, centrosinistra contrario alla fusione Asm-Ecogest. I soci cercano la ditta che gestirà la discarica di Villadose

In ballo 40 milioni di euro per Taglietto 1

Bartolomeo Amidei e Nereo Tescaroli
Da sinistra Gino Alessio, Marco Trombini, Giorgio D'Angelo e Matteo Zangirolami
Giuliana Gulmanelli e Giorgio D'Angelo
Pierluigi Tugnolo, Matteo Zangirolami, Nereo Tescaroli e Giuliana Gulmanelli
A destra un pensieroso Gino Alessio
Antonio Laruccia
Confartigianato Polesine 11 dicembre 2018

L'assemblea del Consorzio Rsu ha votato la delibera per la fusione tra Asm divisione ambiente, che gestisce il ciclo di rifiuti nel comune di Rovigo, ed Ecogest che lo gestisce negli altri 49 comuni del Polesine. I sindaci di centrosinistra hanno dato voto contrario. Nell'iter di fusione e ricerca del socio privato per la newco che si andrà a fondare, c'è un appalto da 40 milioni di euro per la bonifica, ampliamento e gestione della discarica Taglietto 1 di Villadose



Rovigo - Tempi stretti per la fusione tra le società Asm ed Ecogest che gestiscono il ciclo dei rifiuti a Rovigo e in provincia. Mercoledì 7 dicembre, l'assemblea dei soci del Consorzio Rsu, ovvero i sindaci polesani, ha approvato la delibera per la fusione tra le due società, con i voti del centrodestra.
In ballo ci sono 40 milioni di euro da affidare tramite gara d'appalto, cosiddetta "a doppio oggetto", ad una società privata che dovrà bonificare, ampliare e gestire per 10 anni la discarica di Taglietto 1 a Villadose. La stessa società dovrebbe entrare come socio privato al 40% della newco che nascerà dalla fusione tra Asm ed Ecogest.

Tutte queste operazioni dovrebbero avvenire in tempi brevi, come ha spiegato Matteo Zangirolami, assessore alle società partecipate di Rovigo e presidente dell'assemblea del Consorzio Rsu: "L'importante è fare in fretta, altrimenti domani avvio le procedure per mettere in salvaguardia il patrimonio di Asm divisione ambiente", leggasi: cerca un socio privato per Asm divisione ambiente per continuare a gestire il servizio, altrimenti rischia di andare a gara pubblica dopo il 31 marzo 2012. Gara che Asm potrebbe perdere.

Va ricordato che l'assemblea dei soci del Consorzio Rsu aveva già dato l'ok all'unanimità alla fusione tra le due società a gennaio. "Oggi i nostri obiettivi - ha chiesto ai sindaci presenti in aula - sono ancora gli stessi? Siamo in tempo per farcela anche se abbiamo le ore contate".
Il suo appello non ha avuto un riscontro positivo tra i sindaci di centrosinistra, che hanno espresso grosse perplessità sullo schema di delibera a cui mancava una relazione tecnica, tant'è che hanno dato voto contrario. Le perplessità riguardano anche l'assetto societario della newco che si formerà dopo la fusione perché il Comune di Rovigo ne deterrebbe il 70% delle quote. D'altra parte è proprietario di Asm divisione ambiente ed ha una parte delle quote del Consorzio Rsu, a sua volta proprietario al 51% di Ecogest. A tal proposito Zangirolami ha chiesto: "Se è un problema potreste comprarci delle quote oppure ci teniamo il nostro 70% senza problemi, basta che facciamo in fretta perché il 31 marzo 2012 è praticamente domani ed io non voglio trovarmi con il cerino in mano".


Elisa Barion

7 dicembre 2011
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Strenne in Piazza Natale 2018

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento