SOCIETA' PARTECIPATE ROVIGO Stoccaggio temporaneo del pattume a Taglietto zero. Il centrodestra approva la delibera per la fusione Asm divisione ambiente ed Ecogest

Emergenza rifiuti, è una corsa contro il tempo

Gino Alessio, Matteo Zangirolami e Alessandro Ferlin
Baccaglini VW locator

Nei giorni scorsi è avvenuto lo scorporo della divisione ambiente da Asm spa, nel frattempo l'assemblea dei soci del Consorzio rsu ha approvato lo schema di delibera che dà il via alla fusione tra la nuova società temporanea ed Ecogest, azienda che gestisce la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti in 49 comuni della provincia. Entro il 31 marzo l'operazione deve essere conclusa perché il servizio venga gestito in house, altrimento dovrà essere aperta una gara d'appalto. A Villadose, in attesa della realizzazione della discarica Taglietto 1, è stato prolungato lo stoccaggio temporaneo dei rifiuti a Taglietto zero. Il sito si esaurisce a fine gennaio



Rovigo - Salvaguardare gli attuali affidamenti, razionalizzare la spesa sul medio-lungo periodo, evitare l'emergenza rifiuti. Sono chiari gli obiettivi del Pdl sul fronte del ciclo integrato dei rifiuti e ad esporli sono l'assessore del Comune di Rovigo alle società partecipate Matteo Zangirolami, il sindaco di Villadose Gino Alessio, comune che ospita la discarica di Taglietto zero, e il sindaco di Lendinara Alessandro Ferlin, responsabile degli enti locali Pdl.
I tre amministratori non lesinano critiche al centrosinistra all'indomani dell'assemblea del Consorzio rsu: "L'atteggiamento degli amministratori di centrosinistra è stato irresponsabile. Se avessimo assecondato le loro richieste saremmo sulla strada della privatizzazione del servizio".

Gli strali di Zangirolami derivano dalla delibera approvata durante l'assemblea dei soci del Consorzio per dà il via alla fusione tra Asm divisione ambiente ed Ecogest, le due società che gestiscono il ciclo di raccolta e smaltimento rifiuti, la prima nel comune di Rovigo, la seconda negli altri 49 comuni della provincia.
La delibera è stata approvata solo con i voti dei sindaci di centrodestra dal momento che all'assemblea mancavano tutti i sindaci di centrosinistra ad eccezione del sindaco di Bosaro Remo Randolo e del sindaco di Fiesso Umbertiano Luigia Modonesi.

Anche l'emergenza rifiuti, a detta di Zangirolami, Alessio e Ferlin, ha i minuti contati. "Il 10 dicembre - spiega Alessio - è stata prolungata la vita della discarica Taglietto zero con il progetto depositato in Provincia che consente lo stoccaggio temporaneo dei rifiuti fino a fine gennaio e poi verranno trasferiti a Taglietto 1. Ora tocca alla Provincia prendere in mano il progetto e farlo proseguire perché siamo a ridosso dell'esaurimento di Taglietto zero".

Nel frattempo è avvenuto lo scorporo della divisione ambiente da Asm spa con atto notarile, ramo che poi si fonderà con Ecogest per la costituzione della newco, società unica di rifiuti. Asm divisione ha un consiglio di amministrazione formato dal presidente Giuseppe Romanello, già direttore del settore, e dai dirigenti Achille Formenton e Giovanni Pasquin.
Il cda resterà in carica tre mesi, in attesa che l'operazione si concluda.

L'operazione eviterà che il servizio venga messo a gara, con il rischio che l'appalto venga vinto da una società privata, anche straniera. Ora la parola passa a i comuni soci del Consorzio. I consigli comunali dovranno approvare lo schema di delibera votato dall'assemblea del Consorzio stesso. Le amministrazioni che non lo approveranno, "continuano ad essere socie del Consorzio - conclude Zangirlami - ma dovranno aprire un bando per affidare il servizio di raccolta e smaltimento rifiuti ad un'altra azienda".

 

Elisa Barion

31 dicembre 2011
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

ebook baseball

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento