SOCIETA' PARTECIPATE ROVIGO Gestione servizio rifiuti, la gara d'appalto per la realizzazione della discarica Taglietto 1 slitta a giugno 2012

Spazzatura sempre a Taglietto zero fino all'estate

Alessandro Ferlin e Matteo Zangirolami
Baccaglini VW locator

Il Polesine rischia l'emergenza rifiuti ma il decreto Cresce Italia fa slittare i tempi per la fusione Asm-Ecogest, l'individuazione del socio privato che entra nella nuova newco e che realizzerà la nuova discarica di Villadose Taglietto 1. I tempi si allungano fino a giugno


Rovigo - Continui cambi di normativa, l'emergenza rifiuti che incombe, l'obbligo di avere l'ok dall'Antitrust prima di procedere con la fusione Asm-Ecogest ed il bando per l'individuazione di un socio provato: sono giorni cruciali per la gestione del servizio di raccolta e smaltimento rifiuti in Polesine.

Sabato 4 febbraio, Matteo Zangirolami, assessore alle società partecipate del comune di Rovigo, e Alessandro Ferlin, sindaco di Lendinara e responsabile degli enti locali del Pdl provinciale, hanno chiarito la faccenda, ribadendo gli obiettivi delle amministrazioni comunali: mantenere la gestione del servizio nelle mani della newco pubblica che nascerà dalla fusione Asm-Ecogest, realizzare la discarica Taglietto 1 a Villadose per evitare l'emergenza rifiuti (progetto a cui la Provincia ha dato il via libera), ridurre le tariffe a carico dei cittadini polesani.

I tempi per realizzare tutto questo sono cambiati: il bando di gara per individuare il socio privato, che si occuperà della realizzazione e gestione della nuova discarica si farà entro giugno 2012. E' necessario infatti aspettare il parere dell'antitrust per vedere se le procedure sono in linea con il decreto Cresci Italia del governo Monti, che obbliga a verificare se il servizio pubblico può essere  liberalizzato, prima di procedere con la gara a doppio oggetto in regime di privativa.

L'Antitrust ha 60 giorni di tempo per esprimersi. Solo successivamente il Consorzio Rsu avrà trenta giorni di tempo per approvare la “delibera quadro”, attraverso la quale saranno attribuiti, nel caso in cui il parere dell’Antitrust sia positivo, i diritti di esclusiva per il servizio inerente il ciclo integrato dei rifiuti.
A breve l'assessore Zangirolami convocherà un'assemblea dei soci del consorzio Rsu per illustrare ai sindaci la situazione.

 

Elisa Barion

5 febbraio 2012
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

  • Comincia la pressione sui sindaci e sul Prefetto

    GESTIONE RIFIUTI PROVINCIA DI ROVIGO Lo stop imposto dai comuni di Salara e Pontecchio Polesine fa salire l’insofferenza di Ecoambiente e dei sindacati. Il punto di vista di Patrizia Bartelle ed Ivaldo Vernelli di Italia in comune

  • La Cgil pronta a chiamare i 50 comuni in prefettura

    GESTIONE RIFIUTI PROVINCIA DI ROVIGO Il percorso di conferimento solo di parte dei beni del Consorzio Rsu di proprietà dei comuni è poco chiaro e dall’incerto esito. Le preoccupazioni per i lavoratori di Ecoambiente di Davide Benazzo

  • Consorzio ed Ecoambiente, tutto da rifare

    GESTIONE RIFIUTI PROVINCIA DI ROVIGO Fallita l’operazione del Consorzio Rsu Azienda speciale di conferire debiti e crediti al gestore provinciale del ciclo integrato in aumento di capitale

  • Marco Marcello: “soppressione del Sistri dal 1° gennaio 2019? Un sogno che si avvera”

    CONFARTIGIANATO POLESINE Il presidente dell'associazione degli artigiani della provincia di Rovigo annuncia l'abrogazione del formulario ambientale sui rifiuti e la nuova piattaforma digitale che consentirà risparmi di tempo e risorse alle aziende

  • Senza parole

    DEGRADO ADRIA Una giornata di segnalazioni inutilmente, l'inciviltà del singolo deturpa Vicolo Tretti trasformandolo in un nauseabondo immondezzaio

  • Sui rifiuti ad Adria si torna in consiglio comunale

    PARTECIPAZIONE IN CONSORZIO RSU IL sindaco Omar Barbierato ha espresso dubbi a posteriori dalla votazione. La minoranza ha chiesto di tornare urgentemente in aula. Il presidente del consiglio si è già attivato

  • Abuso d’ufficio: imputazione coatta per Tugnolo, Gibin, Palli e Casetta

    AZIENDA SPECIALE CONSORZIO RSU ED ECOAMBIENTE Il giudice del Tribunale di Rovigo Pietro Mondaini ordina al Pubblico ministero Carmelo Ruberto la formulazione del capo di imputazione per andare a processo dopo il licenziamento dell'ex direttore

Strenne in Piazza Natale 2018

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento