SOCIETA' PARTECIPATE ROVIGO Mercoledì 29 febbraio è fissata l'assemblea dei soci del Consorzio Rsu. All'ordine del giorno l'approvazione della delibera per la fusione Asm-Ecogest

Rifiuti, sindaci al voto per la nuova newco

Da sinistra Pierluigi Tugnolo, Matteo Zangirolami, Nereo Tescaroli direttore Rsu e Giuliana Gulmanelli
Baccaglini VW locator

L'assemblea dei soci del Consorzio Rsu è fissata per mercoledì 29 febbraio in Comune a Rovigo. Sarà presente il professor Giuseppe Caia che illustrarà ai sindaci quali modifiche sono state apportate allo schema di delibera per la fusione delle società Asm ed Ecogest. Nel frattempo il presidente del Consorzio Pierluigi Tugnolo (foto a lato) e l'assessore provinciale all'ambiente Giuliana Gulmanelli hanno scritto a tutti i sindaci una lettera per chiedere di lasciare fuori le questioni politiche dalla partita dei rifiuti


Rovigo - Sono giorni cruciali per la spinosa questione dei rifiuti in Polesine. Martedì 28 febbraio è fissato il consiglio di amministrazione del Consorzio Rsu rinviato dalla scorsa settimana (leggi articolo) e mercoledì 29 alle 15.30, nella sala consiliare del Comune di Rovigo, è convocata l'assemblea dei soci, ovvero i sindaci polesani.

In aula ci sarà il professore Giuseppe Caia dell'Università di Bologna, consulente del Consorzio, che relazionerà quali modifiche sono state apportate allo schema di delibera per la fusione delle due società di rifiuti in base al provvedimento Cresce Italia varato dal governo Monti.

La delibera dovrà poi essere approvata dall'assemblea anche se, a quanto pare, ci sarebbe l'intenzione di chiedere un rinvio del voto viste le ultime vicende politiche interne al centrodestra e al centrosinistra.
Ed è proprio per questo motivo che il presidente del Consorzio Pierluigi Tugnolo e l'assessore provinciale all'ambiente Giuliana Gulmanelli, venerdì 24 febbraio, hanno inviato a tutte le segreterie politiche dei partiti una lettera in cui chiedono di recuperare un rapporto più propositivo tra schieramenti per risolvere la questione.

L'assemblea dei soci alla presenza del professor Caia, comunque, ci sarà e lunedì 27 ci sarà anche un incontro politico tra i segretari dei partiti per definire le varie posizioni sulla questione rifiuti, visto che si tratta di un settore quanto mai redditizio.
Dopo l'approvazione da parte dei soci del Consorzio, lo schema di delibera, adeguato alle normative recenti del governo Monti, dovrà essere approvato dai consigli comunali polesani entro il 15 aprile.

A quel punto la fusione tra le due società potrà partire con tutte le operazioni conseguenti: la gara a doppio oggetto per la ricerca del socio privato che avrà il 40% delle quote della newco e i lavori per la realizzazione della nuova discarica Taglietto uno a Villadose, una partita da 40 milioni di euro che eviterà l'emergenza rifiuti a tutto il territorio polesano.

 

Elisa Barion

27 febbraio 2012
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

ebook baseball

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento