SOCIETA' PARTECIPATE ROVIGO Fusione Asm-Ecogest, il Pd diffida il presidente del Consorzio Rsu Pierluigi Tugnolo che si difende: "Il centrodestra riesce in pochi mesi dove il centrosinistra ha fallito clamorosamente"

Affari e politica, solite beghe di partito

Giovanni Giribuola, Ecogest, PSI e Pierluigi Tugnolo Consorzio RSU, FDS
Baccaglini VW locator

Sulla fusione di Asm ed Ecogest è guerra tra i partiti. A nulla è valso l'appello del presidente del Consorzio Rsu Pierluigi Tugnolo alle segreterie di cercare la strada del dialogo e del confronto. Il Pd lo accusa di fare da spalla al centrodestra e lo diffida, il Psi lo segue a ruota. Tugnolo si difende accusando il centrosinistra di non aver saputo concludere la partita Asm-Ecogest e il suo partito, Federazione della sinistra si dichiara pronto a farlo dimettere se non si arriva ad un confronto più trasparente tra i due schieramenti


Rovigo - E' scontro politico sulla questione rifiuti in Polesine tra centrodestra e centrosinistra e sulla graticola c'è il presidente del Consorzio Rsu Pierluigi Tugnolo.
All'indomani della lettera inviata dal presidente insieme all'assessore provinciale Giuliana Gulmanelli alle segreterie dei partiti, in cui chiede una maggior collaborazione ed un dialogo più costruttivo per risolvere la faccenda della fusione Asm-Ecogest (leggi articolo), il Pd, ovvero il segretario Diego Crivellari e Marinella Mantovani, responsabile degli enti locali, diffidano l'operato di Tugnolo.
E annunciano: "Abbiamo dato mandato ai nostri rappresentanti in seno al consiglio d’amministrazione del Consorzio Rsu di non avallare oltre i comportamenti della presidenza, anche per una evidente necessità di chiarezza e di trasparenza".

Tugnolo, che un attacco simile se l'aspettava, replica: "Evidentemente c'è un problema di comunicazione fra i rappresentanti del centrosinistra (tutti Pd a parte il sottoscritto) nel cda del Consorzio e la segreteria di riferimento". Secondo le sue parole "tutti consiglieri, compresi e soprattutto i quattro del Pd, hanno sempre avuto, immediatamente, in tempo reale, a disposizione tutta la documentazione messa a mia disposizione dallo Studio Caia, anche quella più riservata".

Il centrodestra riesce in pochi mesi dove il centrosinistra ha fallito clamorosamente dopo anni. Questo il motivo per cui il Pd ha il dente avvelenato, secondo il presidente, "ma è comunque comprensibile - spiega - anche se la dose di malafede è notevole e sconcertante".
Tugnolo si riferisce a fusione e salvaguardia del servizio pubblico, "e le conseguenze non sono solo “politiche” - chiarisce -, mentre ci avviciniamo ad un importante turno elettorale amministrativo. Si pensi alle ricadute in termini di rappresentanza negli enti di secondo grado: da una Asm ed una Ecogest guidate prevalentemente dal Pd, fra pochi mesi avremo una società guidata da una maggioranza di centrodestra e fra l’altro la presenza significativa del privato porterà a rendere molto marginale nel nuovo cda della società “fusa” la presenza del centrosinistra in generale e del Pd in particolare".

Dal canto loro Crivellari e Mantovani non avevano lesinato critiche a Tugnolo affermando: "Sembra che l'attuale presidente del Consorzio Rsu Tugnolo abbia proprio scelto di avere come unico interlocutore il centrodestra, in questo importante processo". E ancora: "Tugnolo, pur essendo stato indicato dai comuni retti dal centrosinistra, si è assunto la grave responsabilità di condividere e sostenere un’operazione che parrebbe chiaramente suggerita dai vertici dei partiti del centrodestra e che penalizza profondamente il ruolo delle amministrazioni e dei consigli comunali". Da qui l'intenzione di diffidarlo.

Alla voce del Pd si aggiunge quella di Riccardo Mantovani, segretario provinciale del Psi, che fa la predica a Tugnolo pur non avendo rappresentanti nel cda del Consorzio: "Ci sentiamo di ribadire con forza che chi è chiamato a rappresentare gli interessi della comunità deve tenere un comportamento adeguato e responsabile, che non può essere quello di scegliere di volta in volta i riferimenti più opportuni, ma di coinvolgere tutti i soggetti politici e soprattutto istituzionali".
Vanificato l'appello di Tugnolo e Gulmanelli, sotto il segno delle polemiche il Consorzio si appresta ad affrontare l'assemblea dei soci di mercoledì 29 febbraio.

Lorenzo Feltrin, segretario di Fds, prende le difese del presidente e spiega che a suo avviso è il centrodestra ad essersi chiuso al confronto politico e non Tugnolo. "Occorre che tutte le forze politiche, con il necessario coinvolgimento dei sindaci, condividano a breve un percorso che possa portare a raggiungere gli obiettivi prefissati - sottolinea - se questo cambio non avverrà, e le beghe politiche e affaristiche continueranno ad avere la priorità rispetto all'esigenza di garantire un servizio di qualità dei cittadini, non vi sarà altra scelta per Rifondazione Comunista e la Federazione della sinistra che prendere le distanze da questo modo di gestire le aziende pubbliche e valuteremo l'opportunità che il presidente Tugnolo rassegni le dimissioni".

28 febbraio 2012
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

  • Comincia la pressione sui sindaci e sul Prefetto

    GESTIONE RIFIUTI PROVINCIA DI ROVIGO Lo stop imposto dai comuni di Salara e Pontecchio Polesine fa salire l’insofferenza di Ecoambiente e dei sindacati. Il punto di vista di Patrizia Bartelle ed Ivaldo Vernelli di Italia in comune

  • La Cgil pronta a chiamare i 50 comuni in prefettura

    GESTIONE RIFIUTI PROVINCIA DI ROVIGO Il percorso di conferimento solo di parte dei beni del Consorzio Rsu di proprietà dei comuni è poco chiaro e dall’incerto esito. Le preoccupazioni per i lavoratori di Ecoambiente di Davide Benazzo

  • Consorzio ed Ecoambiente, tutto da rifare

    GESTIONE RIFIUTI PROVINCIA DI ROVIGO Fallita l’operazione del Consorzio Rsu Azienda speciale di conferire debiti e crediti al gestore provinciale del ciclo integrato in aumento di capitale

  • Marco Marcello: “soppressione del Sistri dal 1° gennaio 2019? Un sogno che si avvera”

    CONFARTIGIANATO POLESINE Il presidente dell'associazione degli artigiani della provincia di Rovigo annuncia l'abrogazione del formulario ambientale sui rifiuti e la nuova piattaforma digitale che consentirà risparmi di tempo e risorse alle aziende

  • Senza parole

    DEGRADO ADRIA Una giornata di segnalazioni inutilmente, l'inciviltà del singolo deturpa Vicolo Tretti trasformandolo in un nauseabondo immondezzaio

  • Sui rifiuti ad Adria si torna in consiglio comunale

    PARTECIPAZIONE IN CONSORZIO RSU IL sindaco Omar Barbierato ha espresso dubbi a posteriori dalla votazione. La minoranza ha chiesto di tornare urgentemente in aula. Il presidente del consiglio si è già attivato

  • Abuso d’ufficio: imputazione coatta per Tugnolo, Gibin, Palli e Casetta

    AZIENDA SPECIALE CONSORZIO RSU ED ECOAMBIENTE Il giudice del Tribunale di Rovigo Pietro Mondaini ordina al Pubblico ministero Carmelo Ruberto la formulazione del capo di imputazione per andare a processo dopo il licenziamento dell'ex direttore

DOMINA fuori tutto

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento