ADRIATIC LNG ROVIGO Accordo per l’indennizzo del Polesine, la società che gestisce il terminal gasiero di Porto Levante esclude la possibilità di riformularlo

I 12 milioni sono finiti

DOMINA fuori tutto

L’accordo firmato nel 2008 dall’allora presidente della Provincia Federico Saccardin prevedeva un indennizzo al Polesine di 12 milioni 600mila euro per la presenza del terminal gasiero al largo delle coste di Porto Levante. Oggi quei fondi sono quasi terminati (restano poco più di 2 milioni di euro). Per Lisa Roncon (foto a lato), assistant manager di Adriatic Lng, l’accordo del 2008 non si può riformulare. L’erogazione dei fondi terminerà nel 2014 ed il colosso dello stoccaggio del gas naturale “sta pensando ad altre formule per essere vicino al territorio”


Rovigo - Riformulare l’accordo per l’indennizzo del territorio? Non è una cosa fattibile. La risposta di Lisa Roncon, assistant manager di Adriatic Lng (colosso dello stoccaggio del gas naturale) è categorica.
Ammontava a 12 milioni 600mila euro lo stanziamento che Adriatic Lng aveva destinato alla provincia di Rovigo come indennizzo per l’impatto ambientale del terminal gasiero al largo di Porto Levante e, per il momento, resta tale dato che non prevede ulteriori stanziamenti.

Benché per alcuni sia una briciola (il terminal, infatti, sarà operativo per 40 anni), la provincia di Rovigo, per il momento, dovrà fare i conti con quello che resta di quella cifra (frutto delle trattative dell’allora presidente della Provincia Federico Saccardin). Lisa Roncon comunque chiarisce che la società sta pensando ad altre formule per essere presente sul territorio: “Abbiamo instaurato un’ottima collaborazione con il Polesine - afferma - e non abbiamo intenzione di abbandonarlo”.

Dal 2008 ad oggi quei fondi, gestiti dal Consorzio per lo sviluppo del Polesine, sono quasi terminati. Restano poco più di 2 milioni di euro, come ha spiegato il presidente di Consvipo Angelo Zanellato nelle scorse settimane (leggi l’articolo sugli ultimi fondi assegnati alla pesca, al turismo ed al sociale) e l’erogazione terminerà nel 2014.

L’assessore provinciale Claudio Bellan si era dichiarato pronto a riaprire le trattative con Adriatic Lng, una prospettiva sulla quale Roncon frena: “Vedremo nel 2014 come si evolveranno le varie situazioni - spiega - per il momento non ci sono discussioni in corso, stiamo ancora chiudendo i patti siglati nel 2008. Una volta terminata l’erogazione concordata, ci si ripenserà”.


16 novembre 2012
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Strenne in Piazza Natale 2018

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento