POLITICA ROVIGO Gestione dei fondi Adriatic Lng, il consiglio di amministrazione di Consvipo, guidato da Angelo Zanellato, replica alle dichiarazioni dell’assessore Marialuisa Coppola

Lezione di trasparenza numero due

Baccaglini VW locator

I componenti del cda del Consorzio per lo sviluppo del Polesine, presieduto da Angelo Zanellato (foto a lato), rispondono all’assessore regionale Marialuisa Coppola e illustrano i passaggi che, secondo le loro parole, dimostrano la trasparenza nella gestione dei fondi Adriatic Lng, ovvero 12,1 milioni di euro assegnati come indennizzo al territorio per la presenza del rigassificatore al largo di Porto Levante. Le risorse, spiegano in una nota, sono state gestite da una cabina di regia e i progetti finanziati sono stati valutati da un tavolo formato dalle associazioni delle imprese, organizzazioni sindacali, Camera di commercio, istituti di credito, sindaci dei Comuni superiori ai 10mila abitanti ed il presidente dell’Ente parco Delta del Po
Leggi l'intervista all'assessore regionale Marialuisa Coppola



Rovigo - “La procedura di assegnazione dei fondi del terminal gasiero è quanto di più trasparente si possa pensare ed è espressamente prevista nell’accordo sottoscritto con Adriatic Lng il 20 febbraio 2008, il cui testo è stato condiviso dalle rappresentanze istituzionali, del mondo economico e di quello sociale del Polesine”. Con queste parole i sette componenti del consiglio di amministrazione di Consvipo, guidato da Angelo Zanellato, replicano alle dichiarazioni dell’assessore regionale Marialuisa Coppola rilasciate nel corso di un’intervista a RovigoOggi.it.

“Al centrosinistra voglio dire che sono pronta a prendere lezioni di trasparenza, vista la loro gestione dei fondi Alng”. Questa la frase pronunciata dall'assessore Coppola che i componenti del cda di Consvipo non hanno digerito. L’assessore, in particolare, rispondeva alle critiche di “poca trasparenza” nella gestione dei fondi del protocollo per lo sviluppo del Polesine che le sono state mosse da alcuni esponenti del centrosinistra.
“Le affermazioni dell’assessore non possono passare sotto silenzio - scrivono in una nota gli esponenti del cda -, soprattutto per la grave accusa che lancia verso un’amministrazione pubblica. L’accusa riguarda la gestione dei fondi derivanti dall’accordo con Adriatic Lng di 12,1 milioni di euro, che, secondo l’assessore Coppola sarebbero stati gestiti con “poca trasparenza” da parte di Consvipo. Riteniamo “serio e coerente” dimostrare con prove concrete ciò che si sostiene e pensiamo che un tale atteggiamento (provare quando si accusa) dovrebbe essere il logico comportamento di ogni persona, tanto più quando si accusa di poca chiarezza proprio una pubblica amministrazione”.

Il cda guidato da Zanellato ricorda che “al punto 3.6 dell’accordo per la gestione dei fondi Alng è previsto che “La valutazione dei progetti da ammettere al finanziamento a valere sulle somme di cui al precedente articolo 3.3.(ii) lettera C, sarà deliberata dal consiglio d’amministrazione del Consvipo, previa acquisizione del parere della cabina di regia dell’intesa programmatica d’area (Ipa)”. Al fine di avere una più ampia rappresentatività, la cabina di regia dell’intesa programmatica d’area (Ipa) ha istituito un tavolo per la valutazione dei progetti al quale partecipano le associazioni delle imprese, le organizzazioni sindacali, la Camera di commercio, gli istituti di credito, i sindaci dei Comuni superiori ai 10mila abitanti e il presidente dell’Ente parco Delta del Po. Il Consorzio è poi impegnato a presentare ad Adriatic Lng un rapporto con la descrizione delle modalità di impiego delle somme nell’anno precedente”.
A questo punto i componenti del cda di Consvipo concludono: “Invitiamo quindi l’assessore Coppola, anche se ha il timore di esserne troppo vincolata, ad estendere le procedure di gestione dei fondi del terminal anche alle somme tolte al fondo di rotazione Polesine, che erano originariamente gestite da soggetti pubblici, fra i quali il Consorzio per lo sviluppo del Polesine, individuati da delibere della Regione Veneto anche da lei votate”.


13 giugno 2013
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

ebook baseball

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento