CONI ROVIGO Formazione di qualità, quattro gli appuntamenti organizzati dal delegato provinciale Marco Bonvento

L’ente a cinque cerchi polesano in cattedra

Baccaglini VW Service

Bilancio positivo per il ciclo di corsi dedicato ai tecnici polesani. Enrica Quaglio (foto a lato con Marco Bonvento): “Nello sport non si può mai prescindere da un continuo aggiornamento”


Rovigo - Formarsi per crescere e per aiutare a crescere. Nello sport e nella vita. Un imperativo che batte nel cuore di ogni tecnico e che negli ultimi mesi ha trovato sfogo in uno dei progetti più strategici e importanti del Comitato Coni di Rovigo: quello dedicato, appunto, all’aggiornamento degli allenatori del territorio. Quattro gli appuntamenti organizzati dal delegato provinciale Marco Bonvento e dalla sua squadra. Tutti con in cattedra un docente altamente qualificato: Enrica Quaglio, da oltre un anno responsabile della formazione per l’ente a cinque cerchi polesano.

I primi due corsi, tenutisi lo scorso autunno, sono stati dedicati alla “Comunicazione persuasiva dell’allenatore”. Poi, raccogliendo le esortazioni e gli inviti provenienti da molte realtà sportive locali, si è deciso di dare continuità all’offerta e così l’8 marzo si è affrontato il tema della “Gestione del team”, mentre sabato scorso si è discusso di “Leadership”. Quattro incontri molto partecipati (registrate anche presenze da fuori provincia) che il Coni ha inteso proporre con l’obiettivo dichiarato di stimolare tutti coloro che quotidianamente si impegnano per sostenere la crescita degli sportivi polesani di tutte le età.

“La formazione va vista non come un punto di arrivo, bensì come un punto di partenza – conferma Enrica Quaglio – Lo scopo di questi corsi era quello di accendere nei tecnici la miccia in grado di innescare un continuo percorso di aggiornamento. Così come nel lavoro e nella vita privata, anche nello sport non si può prescindere dalla formazione. Chiunque si confronti con altre persone, specie se bambini, ha l’obbligo di formarsi. E in questo deve essere aiutato dalla federazione di appartenenza, ma anche dal Coni”.

Gli incontri, tutti ospitati nella Sala mediateca del Palazzo delle federazioni del Coni di Rovigo, sono stati pianificati da Enrica Quaglio in modo da coinvolgere il più possibile i partecipanti nelle tematiche trattate. Con l’aiuto di filmati, slide e citazioni, si è instaurato un continuo botta e risposta tra docente e tecnici. “Sono rimasta molto stupita dalla quantità di domande che mi sono state rivolte durante i corsi – racconta Enrica Quaglio – Spesso si trattava di questioni molto pratiche, a dimostrazione di come tutti i partecipanti si siano ritrovati nelle situazioni che ho proposto loro”. L’apprezzamento generale per l’iniziativa formativa del Coni di Rovigo è testimoniato anche dai risultati dei “questionari di gradimento” compilati dai tecnici al termine di ognuno dei quattro incontri. Punteggi altissimi alle voci relative all’utilità del corso e alla qualità e professionalità del docente. Molti si sono detti arricchiti sia a livello nozionistico e teorico, sia da un punto di vista motivazionale.

“Il bilancio di questo ciclo formativo è sicuramente positivo – commenta Marco Bonvento – Uno dei nostri obiettivi primari è quello di diffondere una sana cultura sportiva. Solo con solide basi culturali si migliorerà la qualità dell’offerta sportiva del territorio. Continueremo a proporre occasioni di aggiornamento, convinti del fatto che la qualità dei tecnici non debba essere trascurata nonostante buona parte dello sport locale poggi sul puro e semplice volontariato”. 

 

27 marzo 2014
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento