CRISI DI MAGGIORANZA ROVIGO Il sindaco è prossimo nominare Simone Bedendo assessore con le deleghe al personale, lavoro, protezione civile e polizia locale, riaperto il dialogo con Forza Italia di Mauro Mainardi

Rincorsa all’ultima poltrona

Musikè Fondazione Cariparo 730x90 istituzionale - post evento
Dalle parole ai fatti. Il sindaco Bruno Piva è in procinto di firmare l’incarico da assessore comunale al consigliere comunale Simone Bedendo. Polizia municipale e personale lavoro e Protezione civile i referati di competenza per il consigliere di Lega per Tosi. Allo stesso tempo il primo cittadino temporeggia con la nomina di Roberto Areggi, starebbe cercando di ricucire lo strappo con Forza Italia di Mauro Mainardi, cercando di avere l’appoggio di Valter Roana e Nicola Settini in consiglio comunale

Rovigo - Messo con le spalle al muro il sindaco Bruno Piva ha pronta sulla propria scrivania l’ordinanza sindacale con la quale nominerebbe assessore Simone Bedendo con i referati al Personale, Lavoro, Protezione civile e Polizia locale. Ma da queste azioni, concitate e non lineari, traspare ancora una volta la mano pesante dei consiglieri comunali di Lega per Tosi che hanno forzato il primo cittadino a provvedere con le nomine. Per tutti è arrivato il tempo di riscuotere prima che sia troppo tardi. 
Infatti i tre consiglieri comunali di Lega per Tosi avevano lanciato un ultimatum al primo cittadino indicando le tappe da compiere per non doversi trovare senza il loro appoggio in consiglio comunale, tanto che due di loro, Simone Bedendo e Michele Martinello, avrebbero una promozione, il primo assessore il secondo presidente di Asm Set. 

Ma nelle ultime 24ore qualcosa è cambiato. Il patto di ferro con Antonello Contiero, quindi la nomina in giunta di Roberto Areggi, attualmente nel cda di As2, potrebbe saltare per via del nuovo dialogo che Piva starebbe intrattenendo con Mauro Mainardi, Renzo Marangon e Massimo Gasparetto, una sorta di rappacificazione con la garanzia di avere una rappresentatività in giunta. Persone vicine al gruppo di Forza Italia non vedrebbero di buon grado una marcia indietro da parte di Mainardi e Marangon che hanno attaccato duramente Piva nelle ultime settimane. 

Comunque a Palazzo Nodari tutti stanno correndo dal sindaco per mettergli fretta. Voci di corridoio indicano che a breve il presidente di Ecoambiente, Massimo Nicoli, presenterà le dimissioni, e dopo la nomina del nuovo presidente avverrebbe il reset della giunta con le dimissioni in massa dei consiglieri comunali. Quindi il tempo stringe per farsi nominare negli enti di secondo grado. 
20 maggio 2014
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

ebook baseball

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento