MAGGIORANZA ROVIGO Simone Bedendo è ufficialmente assessore, con l’occasione il sindaco Bruno Piva affida all’assessore Alba Rosito anche il referto al bilancio

Capitolo rimpasto di giunta, deciso e chiuso

Baccaglini VW locator
Risorse umane, politiche per il lavoro, decentramento e politiche per le frazioni, sicurezza e polizia locale, protezione civile sono i referati che il sindaco Piva ha dato al neo assessore Simone Bedendo. Implementato il carico di lavoro anche per Alba Rosito che le viene affidato anche il referto ai Tributi e al Bilancio. In pratica il sindaco chiude la pratica rimpasto di giunta

Rovigo - La ruota sembra aver ripreso a girare in quel di palazzo Nodari. Simone Bedendo ha accettato l’incarico di assessore, e lunedì prossimo arriverà la nomina del collega consigliere Michele Martinello quale presidente di Asm Set. In un colpo solo il sindaco Bruno Piva si assicura la fedeltà assoluta dei limitanti di Lega per Tosi e chiude definitivamente la pratica rimpasto di giunta avendo distribuito tutti i referati più importanti ereditati dagli ex assessori Stefano Bellinazzi, Aniello Piscopo ed Ezio Conchi.

Ad oggi pare che Piva abbia chiuso definitivamente la porta in faccia a Forza Italia di Mauro Mainardi, Renzo Marangon e Massimo Gasparetto. Riaperto il dialogo nella sola giornata di martedì 20 maggio si sarebbero chiuso con la firma di Simone Bedendo nell’ordinanza sindacale del 21 maggio. Con questa mossa Piva si sarebbe garantito la “fedeltà” di sedici consiglieri comunali più il suo voto arrivando a quota 17, il numero voti necessario per poter continuare ad amministrare; ovvio che ogni qualvolta si dovranno discutere questioni delicate come la vendita di Asm Set, Passante nord, ampliamento dei Rovigo sud e tante altre, tutti i consiglieri dovranno essere coinvolti e non mancare a nessuna seduta. La giunta di centrosinistra di Merchiori ha insegnato che si può governare la città anche con le approvazioni del consiglio comunale deliberate in seconda convocazione. 

Sempre più forte la voce che darebbe vicina la data di scadenza della giunta Piva. Dopo le dimissioni di Massimo Nicoli da presidente di Ecoambiente, per motivi personali e professionali, dovrebbe essere nominato un uomo che farebbe riferimento ad Isi Coppola, assessore regionale mentore di Piva, e successivamente potrebbe essere sciolto il consiglio comunale. Pare infatti che nessun politico di “spessore” voglia rimanere accanto al sindaco Bruno Piva, vista la disaffezione maturata in questi ultimi mesi infatti sostenere l’operato del primo cittadino potrebbe risultare poco accattivante. 
21 maggio 2014
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

ebook baseball

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento