VIABILITÀ ROVIGO Il Partito socialista italiano interviene in merito al completamento del Passante Nord, in particolare alle idee proposte dall’avvocato Vincenzo Capellini

Passante Nord: a volte ritorna

Musikè Fondazione Cariparo 730x90 istituzionale - post evento

Secondo il Psi l’idea di Capellini oltre ad impegnare risorse pubbliche, prevede l’utilizzo del sedime di via Calatafimi, un ponte trasversale sul Ceresolo, uno sbocco sulla rotatoria di viale Porta Adige e due assi di penetrazione in quartiere Commenda. Proposta non condivisa dal Psi che ribadisce la propria idea: totale valorizzazione di Parco Langer e divieto assoluto di costruire in quei luoghi



Del recente intervento dell’avvocato Cappellini ci interessa esclusivamente il dato politico e quanto dice a nome di un nascente comitato “Pro Rovigo”. Nei loro intendimenti dichiarati questi vorrebbero contribuire a risolvere i grandi temi della città e prima di tutti quello del Passante Nord. Quindi l’avvocato Cappellini ed il comitato, entrambi ben ascoltati dalla giunta Piva e dalla sua odierna versione light, improvvisano proposte che ritengono nell’interesse della comunità rodigina. Bene fa la consigliera Menon quando afferma che “di opinioni sono pieni i bar”. Al di là dell’evidente “gramlot” di competenze, ci domandiamo quale interesse pubblico possa rappresentare una proposta che, oltre ad impegnare ancora ingenti e ahimè inesistenti risorse pubbliche, prevede ancora l’utilizzo del sedime di via Calatafimi. Prevede un ponte trasversale sul Ceresolo, uno sbocco problematico sulla rotatoria di viale Porta Adige e due assi di penetrazione in quartiere Commenda snaturando le finalità del passante stesso. Che strano, riemergono dagli scaffali gli antichi tentativi di portare alcune strade proprio dove riposano da alcuni anni le velleità di chi vorrebbe arricchire di cemento una città che vanta il 30% di invenduto sul totale del proprio patrimonio immobiliare. E’ questa la città a cui aspira il comitato “Pro Rovigo”? Il Psi da anni ha formulato la sua proposta che è indirizzata alla totale valorizzazione di Parco Langer, al divieto assoluto di costruire in quei luoghi anche un solo metro quadro di asfalto o metro cubo di cemento, alla realizzazione di un’asse viario più a nord del Ceresolo e di via Calatafimi dove il Prg e il Pat lo hanno chiaramente collocato da tempo. Ne vogliamo parlare?   

  Partito Socialista Italiano

                                                                                                      Federazione Polesana 

22 ottobre 2015
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento