VOLLEY FEMMINILE SERIE A2 Folgorato dalla bellezza delle atlete della Beng Rovigo il tifoso dei Bersaglieri si converte alla pallavolo, almeno per un momento

Dalla palla ovale a quella sotto rete

Musikè Fondazione Cariparo 730x90 istituzionale - post evento

La lettera l’ha scritta Stefano Padovan (foto a lato) che durante l’estate ci aveva regalato una fotografia dettagliata del popolo rossoblu, ovvero i tifosi della Rugby Rovigo (leggi articolo). Una giornata in palestra però è stata sufficiente per ‘accorgersi’ che tra le eccellenze dello sport cittadino c’è anche una palla rotonda che viaggia sopra le rete. Una nuova ‘recluta’ per il fans club della Beng


Rovigo - Era una giornata con l’aria tersa e fresca di metà ottobre. Avevo programmato per la mattinata di quel giorno di andare in palestra, ma tutte le mie buone intenzioni erano state rallentate da una serie di diversi impicci: fare l’abbonamento alla rugby Rovigo per l’imminente avvicinarsi dell’inizio del campionato, acquistare un nuovo elettrodomestico, prenotare il treno che la domenica successiva mi avrebbe portato a visitare l’Expo di Milano.

Così arrivai in palestra solo verso le undici, cominciai subito l’allenamento con grande impegno, eseguendo gli esercizi uno dopo l’altro. Purtroppo mi ero iscritto in palestra solo da una settimana, dopo molto tempo e passata una mezz’ora dopo aver eseguito corsa, salti, flessioni, piegamenti, nella mia testa cominciava a farsi largo l’idea che terminare la scheda di esercizi sarebbe stata un’impresa prima ardua, poi impossibile. Ero proprio arrivato alla fine delle energie e tutti i miei buoni propositi di finire l’allenamento si erano quasi definitivamente del tutto spenti, quando accadde qualcosa di imponderabile ed inatteso.

Così come si resta stupiti e felicemente rapiti nell’osservare il volo leggiadro e fugace delle farfalle nei prati di collina in primavera, apparvero improvvisamente le ragazze della Beng Volley Rovigo. Silenziose, altere, in fila indiana come le vestali nelle cerimonie dell’Età classica, tutte meravigliosamente avvolte da un alone di purezza e bellezza infinita. Sembravano tutte sorelle appartenenti alla stessa famiglia, e sembrava che un Creatore comune le avesse appena generate e inviate sulla Terra.

Per un attimo mi ricordai un frase letta di recente su uno dei miei libri, un pensiero scritto in greco ad Alessandria d’Egitto nel 30 a.C. .”della bellezza e grandezza della Creature per analogia si contempla il loro artefice”.

Le ragazze della Beng rappresentano veramente l’emblema del concentrato di tutte le virtù umane: prudenza, fortezza, giustizia, temperanza.  La bellezza poi abbraccia anche il significato di buono, infatti il nostro aggettivo “bello” deriva dall’aggettivo antico “bonicello”, dove estetica e etica si fondono insieme.

La bellezza è anche l’aggettivo, assieme alla parola orgoglio, del tema del padiglione Italia all’Expo, dove il visitatore è accompagnato in un percorso che va dalle bruttezze e brutturie causate dall’uomo, alle bellezze naturali dell’Italia e alle sue fantastiche opere d’arte architettoniche create invece da un uomo ispirato, quando il suo pensiero lo porta ad avvicinarsi al creatore e all’infinito assoluto.

Purtroppo le ragazze della Beng sono rimaste solo pochi minuti nella sala della palestra di fronte a me, un tempo sufficiente a farmi riflettere che la bellezza rende il nostro mondo bello e affascinante, capace di vaccinare l’umanità dalle volgarità, dalle barbarie, dal buio della notte nel cuore. E allora come scrisse Kafka riguardo l’arte che “con le sue opere vola attorno alla verità, e il talento consiste nel trovare un luogo in cui se ne possano potentemente intercettare i raggi”, voglio sperare che anche le ragazze della Beng possano intercettare tutti  i loro migliori sogni di successo.

Stefano Padovan

                        

 

3 novembre 2015
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento