FURTI ROVIGO Lo stesso negozio, con la stessa tecnica, era già stato visitato a giugno scorso. Una cittadina ha dato l'allarme

Ad ora di cena una nuova razzia allo store di occhiali: tutto sparito

Non hanno atteso la notte, per agire. Nonostante fossero appena le 21, per di più di un sabato sera, quando è lecito attendersi che la gente stia in giro più a lungo del solito e si muova più del consueto, i malviventi si sono messi tranquillamente all'opera per scassinare la porta del negozio di ottica "Megavision" che si trova in circonvallazione, lungo l'Adigetto


Rovigo - A modo loro, sono andati a "fare la spesa". Equipaggiati con cartoni all'interno dei quali hanno messo tutti gli occhiali razziati dagli espositori presenti all'interno dello store di ottica "Megavision" che si trova in Circonvallazione, affacciato sulla pista ciclabile. E' proprio lungo questa che, nella serata di sabato 23 gennaio, stava passando la cittadina che ha dato l'allarme.

La donna ha notato due persone che stavano armeggiando attorno alla porta del negozio e, poco lontano, un'auto scura con qualcuno all'interno. Ha lanciato l'allarme, ma intanto i due ladri avevano finito la razzia. Quando la Volante arrivata in pochi istanti sul posto ha rintracciato la donna che aveva chiamato, questa ha spiegato che i malviventi se ne erano andati poco prima, ognuno portando con sé uno scatolone che si presume fosse pieno di occhiali.

La passante non ha saputo descrivere i due ignoti con chiarezza, complice anche il buio, ma ha raccontato che se ne erano andati a bordo di quella auto notata ferma poco prima, una Volkswagen station wagon, probabilmente una Passat. Nel negozio i poliziotti hanno notato la porta principale danneggiata e le montature e gli occhiali portati via dagli espositori. E' stato richiesto anche l'intervento della polizia scientifica per i rilievi del caso.

Non è, purtroppo, la prima volta che il negozio viene preso di mira. Era già accaduto lo scorso giugno (leggi articolo), quando era andato in scena un colpo esattamente analogo, non solo per le modalità di attuazione, ma anche per il fatto che i ladri avevano agito nella prima serata. In quella occasione era stato l'allarme a consentire di inquadrare nel tempo i fatti. Saranno ora ovviamente vagliati collegamenti tra i due episodi.

 

24 gennaio 2016
Studio legale Fois 468x60




Correlati: