Condividi la notizia

La verità in un proiettile e in una carabina

OMICIDIO DI MASSIMO NEGRINI LENDINARA (ROVIGO) Autopsia e verifiche sulle armi per completare il quadro. L'esame dei telefoni rende sempre meno credibile la pista del "cinese assassino"

0
Succede a:

Non una autopsia come tutte le altre. Perché il medico legale incaricato nella mattinata di venerdì 5 settembre dal sostituto procuratore Monica Bombana avrà anche il compito di estrarre il proiettile che ha tolto la vita a Massimo Negrini. Il falegname di 51 anni di Giacciano con Baruchella trovato morto nella tarda serata di martedì 2 febbraio nello scolo Valdentro di Lendinara, ucciso da un colpo di arma da fuoco che lo ha colpito all'occhio sinistro (LEGGI ARTICOLO). L'esame del proiettile sarà cruciale per chiudere il cerchio degli accertamenti

Articolo di Venerdì 5 Febbraio 2016

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it