COMUNE ROVIGO Il consiglio comunale ha approvato con 22 voti favorevoli la mozione del sindaco Massimo Bergamin sulla tutela del Langer dall’attraversamento del Passante Nord

Prima i lavori al parco e poi alla circonvallazione

Un atto che sancisce formalmente quanto già avviato ed ottenuto in questi primi mesi del 2016 l’approvazione della mozione di Massimo Bergamin sulla  tutela di Parco Langer dall’attraversamento del Passante Nord. Le discussioni non sono mancate perché la mozione è stata approvata dopo un accordo preciso a metà gennaio tra il sindaco ed i rappresentanti di Veneto Strade e perché si parlava sia dell’area verde che della realizzazione del Passante


 

Rovigo - Sarebbe stata votata all’unanimità se si fosse focalizzata principalmente su Parco Langer, la mozione del sindaco massimo Bergamin presentata a fine novembre (LEGGI ARTICOLO) e discussa nel consiglio comunale di oggi, giovedì 11 febbraio. 

Proprio sarebbe, poiché di mezzo c’è il Passante Nord che ormai da qualche tempo non è più temuto da nessuno. Bergamin infatti a gennaio ha annunciato dopo l’appuntamento con i rappresentanti di Veneto Strade Silvano Vernizzi e Alessandro Romanini (LEGGI ARTICOLO) che si è arrivati ad un accordo preciso: Parco Langer verrà tutelato ed ora sarà il Comune a decidere i percorsi di viabilità. E lo ha ribadito anche nella sua presentazione del documento. 

Il sindaco parla chiaro nel proprio documento: trasferimento di proprietà dal demanio al comune nei tempi più rapidi e avvio del progetto di riqualificazione per farlo diventare fruibile alla cittadinanza nella veste di parco e non di bosco. "Perfezionare nei tempi più rapidi possibili il trasferimento patrimoniale dell’area Parco Langher in carico al Comune di Rovigo, e quindi programmare un recupero urbanistico ambientale per dare la possibilità alla comunità di godere di una così preziosa area".

Ma non sono mancate subito le contestazioni: “Ha ancora senso questa mozione? - domanda Andrea Borgato - E’ incoerente rispetto a quanto detto dopo l’incontro con Veneto Strade. Io sono più che convito che il Passante non deve attraversare Parco Langer. Avete dei progetti chiari per la futura viabilità? o non li avete proprio?. Un altro aspetto da considerare sono anche i costi di questa strada come già ha avuto modo di chiedere attraverso una mozione Silvia Menon. Sarebbe il caso di capire che fine hanno fatto i soldi prima di assumere altri impegni”. 

Poi arriva la richiesta della capogruppo del Pd Romeo: “la mozione non può essere concentrata solo sulla tutela di Parco Langer? - rivolgendosi al primo cittadino - così tutti potremmo votarla all’unanimità in modo positivo”. Un richiesta non accolta da Bergamin. Anche secondo Bonvento nella mozione il tema del Passante Nord “non ha nulla anche vedere con quello della tutela dell’area verde. E’ un tema delicato, servono altri soldi per concluderlo; e poi è così necessario portalo a termine?”. 

A rispondere ai due è stato Renato Borgato il quale ha affermato “non sono d’accordo che gli argomenti Parco-Passante non siano correlati poiché per la conclusione della realizzazione della strada l’area verde era il cosiddetto rettifilo e questo noi non lo vogliamo. Per questo chiediamo di trovare altre soluzioni. Parco Langer invece, area già vincolata, dobbiamo farla diventare usufruibile alla città perché in questo momento è un grande bosco”. Tra le diverse opinioni positive su Parco Langer, come quella di Silvano Mella, Livio Ferrari “contento di sentire che qualcuno ha opinioni diverse rispetto ad anni fa”, Francesco Gennaro ha chiesto di modificare al sindaco la frase “invitati i vertici di veneto strade per trovare soluzioni”, che ha avuto subito il commento del primo cittadino: “non voglio fermarmi sule piccolezze o sulle virgole. La mozione parla della tutela di Parco Langer e così sarà votata perché è nel mio programma elettorale”. 

Un esito che nonostante le discussioni è stato positivo: 22 voti favorevoli, 3 astenuti (Pd) e 2 contrari (Bonvento e Milan). Un atto che sancisce formalmente quanto già avviato ed ottenuto in questi primi mesi del 2016. 

11 febbraio 2016
Studio legale Fois 468x60




Correlati: