COMUNE ROVIGO Massimo Bergamin ha incontrato Vincenzo Capobianco, direttore regionale dell’Agenzia del Demanio, per istituire un cronoprogramma delle attività per la valorizzazione del patrimonio pubblico

Col Demanio c’è dialogo

Baccaglini VW Service

Trasferimenti di 14 compendi immobiliari, valorizzazione di Parco Langer, soluzioni per la valorizzazione dell’ex Caserma Silvestri e del terreno Piazza d’armi Fuori Porta San Francesco sono stati i quattro temi affrontati da Massimo Bergamin con Vincenzo Capobianco, direttore regionale dell’Agenzia del Demanio. Incontri che continueranno ogni 15 giorni al fine di migliorare la logistica, il decoro e la funzionalità del patrimonio presente sul territorio di Rovigo 


 

Rovigo - Ha definito il cronoprogramma delle attività per la valorizzazione del patrimonio pubblico presente nel territorio di Rovigo il sindaco Massimo Bergamin che ha avuto modo di incontrare lunedì 18 aprile Vincenzo Capobianco, direttore regionale dell’Agenzia del Demanio.

Quattro i tavoli tecnici che sono stati condivisi ed avviati fra Bergamin e Capobianco: la definizione dei trasferimenti ex art. 56bis (federalismo demaniale) di 14 compendi immobiliari corrispondenti ad altrettante schede patrimoniali, la valorizzazione del compendio denominato Parco Alexander Langer, appartenente Al Demanio storico artistico, ora salvo dal Passante Nord (LEGGI ARTICOLO), l’individuazione di migliori soluzioni per la valorizzazione di porzione dell’ex Caserma Silvestri sulla quale il Demanio aveva già annunciato la riapertura dei termini entro il 31 dicembre per la riappropriazione della struttura (LEGGI ARTICOLO) e la valorizzazione del terreno Piazza d’armi fuori porta San Francesco. La Direzione regionale ed il Comune procederanno per la gestione delle attività con incontri quindicinali.

“Ringrazio il dottor Capobianco per la collaborazione e per la massima disponibilità dimostrata per individuare soluzioni rapide e costruttive. - ha affermato Bergamin - Insieme all’assessore Gianni Saccardin, agli uffici e alla maggioranza del Comune di Rovigo stiamo lavorando per sviluppare le zone strategiche della città al fine di migliorare la logistica, il decoro e la funzionalità del patrimonio presente sul nostro territorio”.

20 aprile 2016
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento