DROGA ADRIA (ROVIGO) Il 43enne incassa in direttissima un anno e quattro mesi. Il primo arresto era arrivato a febbraio, poi l'ordinanza per le cessioni a maggio

Spaccio di eroina in bici: condannato a 16 mesi

TedxRovigo

La prima volta era finito nei guai a febbraio, quando i carabinieri di Adria gli avevano contestato il possesso di 11 grammi di eroina, oltre che la resistenza a pubblico ufficiale (LEGGI ARTICOLO). Il secondo episodio invece era maturato a maggio, quando il materiale raccolto dagli investigatori aveva spinto il giudice per le indagini preliminari a ottenere una ordinanza di custodia cautelare a suo carico (LEGGI ARTICOLO)



Adria (Ro) - Un anno e quattro mesi di reclusione, oltre a 1500 euro di multa. Questa la sentenza pronunciata nella mattinata di mercoledì 20 luglio dal giudice Carlo Negri a carico di un 43enne di Adria, nel prosieguo del processo per direttissima per i fatti di febbraio scorso. Quando l'adriese venne arrestato dopo essere stato trovato - secondo le contestazioni - in possesso di 11 grammi di eroina. Una sentenza che starà ora alla difesa valutare se impugnare o meno.

Non era oggetto invece di questo procedimento il secondo arresto scattato a maggio a carico dello stesso 43enne, a coronamento di una attività di indagine degli investigatori. I carabinieri della Compagnia di Adria. Questi ultimi infatti ritenevano di avere documentato a carico del 43enne una attività di spaccio al dettaglio di eroina, che lo avrebbe visto spostarsi in città sulla propria bici elettrica. Sulla base di questi riscontri infatti la Procura aveva chiesto e ottenuto a su carico una ordinanza di custodia cautelare.

20 luglio 2016
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Tra ville e giardini 2018