Condividi la notizia

Nuovo giallo: furto in casa dei genitori del militare “suicida"

LA TRAGEDIA DI GAVELLO (ROVIGO) Una missiva scomparsa, la morte di Marco Callegaro mai chiarita appieno, osceni raid sulla sua tomba, imbrattata con escrementi, una truffa militare svelata: il rompicapo peggiora sempre

0
Succede a:

E adesso comincia tutto a diventare davvero troppo complesso, per pensare a un "semplice suicidio". Il dato certo è che Marco Callegaro, 37 anni, originario di Gavello, residente a Bologna con la moglie e due figli, capitano dell'Esercito Italiano, è stato trovato morto nel luglio del 2010 nel suo ufficio all'aeroporto di Kabul, Afghanistan, dove si trovava in missione. Un suicidio, si disse sulle prime. Ma poi è arrivata la notizia dell'indagine aperta nei confronti di sei ufficiali di stanza in Afghanistan per una truffa (LEGGI ARTICOLO). Ora si apprende che probabilmente l'ufficiale aveva segnalato qualcosa del genere ai genitori in una lettera, poi rubata nella casa di Gavello. Nel mezzo, la scorsa estate, un vergognoso raid vandalico contro la sua tomba, sporcata con escrementi (LEGGI ARTICOLO)

Articolo di Giovedì 1 Dicembre 2016

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it