ECOAMBIENTE ROVIGO Il sindacato Fiadel Ambiente, dopo l'iniziale fiducia ora lancia un ultimatum e solleva le questioni dei carichi di lavoro, dei mezzi obsoleti e della cronica carenza di personale

La pazienza sta finendo; lavoratori pronti all'azione

Strenne in Piazza Natale 2018

La pazienza sta finendo, la fiducia pure. O le cose in azienda cambiano oppure a breve si arriverà alla mobilitazione del personale. Lo dice chiaro e tondo il sindacato Fiadel Ambiente, che elenca i problemi di Ecoambiente



Rovigo - "Fiadel, non più tardi di qualche mese fa, mostrava fiducia alla nuova governance di Ecoambiente, ma alla data odierna diciamo che la fiducia sta terminando". E' una presa di posizione netta e dura, quella della segreteria provinciale, affidata a Michele Zanirato, dell'organizzazione sindacale Fiadel Ambiente.

Zanirato passa ad elencare punto per punto quelli che sono i problemi ancora insoluti interni all'azienda. "I carichi di lavoro: come ormai da prassi consolidata non vi è una rotazione nei carichi di lavoro, con i dipendenti che svolgono il porta a porta ormai stremati per via dei carichi non ripartiti tra i colleghi di stesso livello e mansioni".

Si parla poi di carenza di personale. "Oramai negli ultimi anni ci sono stati decine di pensionamenti e nessuna sostituzione  - prosegue il sindacalista - E' di oggi la notizia che alcuni assistenti sul territorio avrebbero negato le ferie a chi le richiedeva. Tutti i giorni vi sono servizi da terminare in straordinario o addiritura programmati in straordinario".

Infine, il problema dei mezzi, giudicati ormai obsoleti. E anche sporchi, a quanto rileva il sindacato. "Tutte le mattine  mancano all'appello mezzi che sono in officina, molti che svolgono servizio di raccolta umido che dovrebbero essere sanificati saltuariamente, vengono lavati in caso di pioggia e visto la stagione in corso molto raramemente vedono l'acqua, lo stesso dicasi per i scarrabili che trasportano quintali di rifiuto umido quotidianamente e raramente vedono l'acqua".
 

"Nella giornata di giovedì 2 febbraio due lavoratori della base di Ro 51 sono stati comandati telefonicamente di andare a ritirare degli imballaggi presso un azienda cittadina al loro arrivo si sono trovati davanti una montagna di sacchi e avvisato l'assistente lo stesso avrebbe detto: 'Non siete capaci più a raccogliere 2 sacchi?'. Peccato però che la ditta che ha chiesto il servizio avesse fatto richiesta di cassonetti per le diverse tipologie di rifiuti ancora il 3-11-2016 e ancora a tutt'oggi questa risulti inevasa".

"Per questi e altri motivi - è la chiusura della nota - la scrivente organizzazione sindacale se non cambieranno le cose in breve tempo è pronta a mobilitare  i propri iscritti in una grande assemblea dei lavoratori davanti agli uffici di Ecoambiente coinvolgendo anche le segreterie Fiadel del Triveneto proprio come qualche anno fa davanti agli uffici Ecogest e che ebbe un ampio risalto mediatico, senza  escludere lo stato di agitazione del personale". 

3 marzo 2017
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

  • Comincia la pressione sui sindaci e sul Prefetto

    GESTIONE RIFIUTI PROVINCIA DI ROVIGO Lo stop imposto dai comuni di Salara e Pontecchio Polesine fa salire l’insofferenza di Ecoambiente e dei sindacati. Il punto di vista di Patrizia Bartelle ed Ivaldo Vernelli di Italia in comune

  • La Cgil pronta a chiamare i 50 comuni in prefettura

    GESTIONE RIFIUTI PROVINCIA DI ROVIGO Il percorso di conferimento solo di parte dei beni del Consorzio Rsu di proprietà dei comuni è poco chiaro e dall’incerto esito. Le preoccupazioni per i lavoratori di Ecoambiente di Davide Benazzo

  • Consorzio ed Ecoambiente, tutto da rifare

    GESTIONE RIFIUTI PROVINCIA DI ROVIGO Fallita l’operazione del Consorzio Rsu Azienda speciale di conferire debiti e crediti al gestore provinciale del ciclo integrato in aumento di capitale

  • Marco Marcello: “soppressione del Sistri dal 1° gennaio 2019? Un sogno che si avvera”

    CONFARTIGIANATO POLESINE Il presidente dell'associazione degli artigiani della provincia di Rovigo annuncia l'abrogazione del formulario ambientale sui rifiuti e la nuova piattaforma digitale che consentirà risparmi di tempo e risorse alle aziende

  • Nessun taglio al personale del cubo

    UNIVERSITÀ ROVIGO Il sindacalista di Cgil Paolo Zanini comunica la notizia della volontà di stabilizzazione dei sei dipendenti del Cur da parte dell’assemblea soci del Consorzio universitario. Revocato lo sciopero del 4 dicembre

  • Senza parole

    DEGRADO ADRIA Una giornata di segnalazioni inutilmente, l'inciviltà del singolo deturpa Vicolo Tretti trasformandolo in un nauseabondo immondezzaio

  • “Nella manovra serve più occupazione, sviluppo e sociale”

    SINDACATI PROVINCIA ROVIGO Mercoledì 21 novembre si è tenuto l’incontro tra i rappresentanti di Cgil, Cisl e Uil relativo alla legge di bilancio 2019

DOMINA fuori tutto

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento