RUGBY ECCELLENZA FemiCz Rovigo che si rinnova con tanti giovani. Diverse le scommesse, molti i cambi, ed un esodo verso Firenze che proietta i Medicei verso la corsa playoff

Il quadro è quasi completo 

Capitan Edo Ruffolo e il presidente Francesco Zambelli
Baccaglini VW locator

Una bella sforbiciata al budget come imposto dal presidente Francesco Zambelli, il direttore sportivo Stefano Bettarello si è dovuto adeguare cercando di accontentare i tecnici per quanto possibile. Risparmiati almeno 100 mila euro, se non di più. 

Non c’è l’ufficialità, ed ancora alcuni punti interrogativi, ma gli arrivi saranno: Weepu, Davies, Zanon, Cioffi, Zanini, D’Amico e Brugnara. In partenza Stefan Basson, Luciano Rodriguez, George Iacob, Federico Torres, Peter Pavanello, Gabriele Cicchinelli, Dario Bordonaro, Ross McCann e Giacomo Brancoli. Ancora non si conosce il futuro di Giovanni Lucchin e Keanu Apperley.


Rovigo - Sarà una FemiCz Rovigo giovane, tasselli che orami sono stati composti, manca ancora l’ufficialità, ma ormai il quadro sembra completo. Tante le novità, addii pesanti da digerire per la tifoserie rossoblù, in primis quello di Stefan Basson, a cui la città in mischia dedicherà una serata speciale venerdì 9 giugno in piazza Vittorio Emanuele II (LEGGI ARTICOLO). Tra gli ospiti illustri ci sarà anche Jeff Montauriol, la seconda linea avrebbe preferito ritornare a Rovigo per indossare la maglia rossoblù, invece seguirà il sudafricano a Firenze per l’avventura con I Medicei di Pasquale Presutti.

Scommesse quelle di Joe McDonnell e Jason Wright, ma se per il primo sembrano certezze per il pacchetto di mischia, le maggiori perplessità sono per il reparto arretrato, non tanto per la mancanza di fiducia, ma per le poche informazioni sui nuovi acquisti. Bisognerà attendere il 31 luglio prima della ripresa dei lavori in viale Alfieri, la prima amichevole estiva a cavallo di Ferragosto potrebbe dare qualche indizio in più sulle scelte, ma comunque bisognerà attendere le prime partite di campionato. Josh Robertson Weepu (LEGGI ARTICOLO), il giovane estremo neozelandese selezionato dai tecnici, arriverà forse a settembre, tutto dipende se dovrà disputare la Mitre cup, in tal caso, per gli appassionati, sarà possibile esprimere un giudizio solo a torneo cominciato. 

Una campagna ‘acquisti’ contenuta, non tanto sul numero degli atleti, ma sul monte ingaggi. Una bella sforbiciata al budget come imposto dal presidente Francesco Zambelli, il direttore sportivo Stefano Bettarello si è dovuto adeguare cercando di accontentare i tecnici per quanto possibile. Risparmiati almeno 100 mila euro, se non di più.  

Il pacchetto degli avanti sembra quello con maggiore peso specifico nella nuova FemiCz Rovigo 2017-2018, innesti di qualità, e qualche partenza.

In prima linea a sinistra, con alle spalle il numero 1 ci sarà Matteo Muccignat, arrivato dal Benetton la scorsa stagione, ha fatto pesare la sua esperienza nei momenti cruciali. Dietro di lui Renzo Balboni, ormai di casa al Battaglini, Federico Pavesi e il neo acquisto Riccardo Brugnara (Leicester). Tallonatore il confermato Jacques Momberg, trattenuto a forza dal presidente Francesco Zambelli con un biennale, dopo che si era dovuto mettere sul mercato (LEGGI ARTICOLO). Con lui anche il giovane Filippo Cadorini, scuola Vicenza, e con diverse presenze già nella stagione appena conclusa. A destra da San Donà arriva Nicolò ’Pitbull’ D’Amico, Andrea Cincotto (anche tallonatore), e nello stesso ruolo Joe McDonnell confida di poter utilizzare anche Brugnara.

In seconda linea tutti confermati o in possesso di un contratto già in essere, Pj Parker, Samuele Ortis e Giuseppe Boggiani. Terza linea che si conferma il reparto più forte del campionato con Edo Lubian e capitan Ruffolo flanker, Andrea De Marchi e Matteo Ferro (che può giocare anche in seconda) e il ritorno di Guglielmo Zanini.

Mediani di mischia Alberto Chillon e Riccardo Loro, esperienza ed esplosività tutta padovana, al Petrarca ancora li rimpiangono. Ha rinnovato anche Davide Pasini che può ricoprire diversi ruoli nel reparto arretrato. Mediano d’apertura Leonardo Mantelli, dopo diverse stagioni a seguire dalla panchina le gesta di Luciano Rodriguez, arrivato a Rovigo con Pippo Frati, ha la grande chance di giocarsi le proprie carte. A contendergli la maglia numero 10 Jordan Davies, una delle novità del mercato (LEGGI ARTICOLO). In verità è un primo centro, ma all’occorrenza verrà schierato anche come apertura. Reparto dei centri che a questo punto potrà contare sul recupero di Joe Van Niekerk. Il campionato appena concluso lo ha visto praticamente solo dalla tribuna (LEGGI ARTICOLO). Fondamentale il rinnovo di Denis Majstorovic (insostituibile), Francesco Modena che ha resistito alle sirene di Treviso (Accademia agganciata al Pro12), e l’arrivo probabile di Marco Zanon dal Mogliano. Dell’azzurrino si parla un gran bene, era stato avvistato al Battaglini qualche settimana fa (LEGGI ARTICOLO), il suo ingaggio non è mai stato ufficializzato. Alle ali Guido Barion (anche estremo), Antonio Arrigo, e il neo acquisto Massimo Cioffi (LEGGI ARTICOLO), Maglia numero 15 contesa da Giacomo Biffi e Josh Robertson Weepu, giovane neozelandese proveniente da Wellington. A questi, ma è tutto ancora da confermare, dovrebbero aggiungersi alcuni elementi dell’Under 18 rossoblù.

Si può già ipotizzare una formazione titolare di partenza (tra parentesi le alternative) che vede in pole position, salvo infortuni e gerarchie tutte da stabilire: Weepu (Biffi), Barion, Majstorovic (Modena), Van Niekerk (Davies-Zanon), Cioffi (Arrigo), Davies (Mantelli), Chillon (Loro-Pasini), Zanini (De Marchi), Lubian, Ruffolo (capitano), Parker (Ortis), Ferro (Boggiani), D’Amico (Cincotto-Brugnara), Momberg (Cadorini), Muccignat (Brugnara). Tante le varianti a disposizione, ma il mercato potrebbe non essere concluso dalle parti di viale Alfieri.

Partenze sicure quelle di Stefan Basson (Medicei), Luciano Rodriguez (Reggio), George Iacob (Fiamme Oro), Federico Torres (ritornato in Argentina), Peter Pavanello (Medicei), Gabriele Cicchinelli (Medicei), Dario Bordonaro (Medicei), Ross McCann (Medicei), Giacomo Brancoli (Medicei), Manuel Panetti, Un esodo quello di Firenze che ricorda quello dell’era Pippo Frati ed Andrea De Rossi, da Prato verso Rovigo nel post Polla Roux. Ma ovviamente le circostanze erano completamente diverse. Ancora non si conosce il futuro di Giovanni Lucchin e Keanu Apperley.

Giorgio Achilli

 

8 giugno 2017
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento