DEGRADO ROVIGO L'episodio di inquinamento dello scolo si era verificato lo scorso 10 marzo, un venerdì. I vigili del fuoco avevano posizionato le panne, ma rimuoverle non spetta a loro. E sono ancora lì

Emergenza finita da oltre tre mesi, ma nessuno pulisce

L'inquinamento si era verificato lo scorso 10 marzo, quando ignoti avevano sversato idrocarburi nello scolo Ramostorto, nel tratto tra viale Porta Po e viale Vittorio Veneto (LEGGI ARTICOLO)

Rovigo - Nell'immediatezza, i vigili del fuoco avevano posizionato le panne assorbenti, per evitare che la macchia di idrocarburi si diffondesse, nello scolo Ramostorto, che costeggia il bosco Valdentro, alle porte di Rovigo, vicino al polo natatorio e al campo da baseball, che sono lambiti dal piccolo corso d'acqua. In questo modo, è stato salvato un piccolo ecosistema. La rimozione delle barriere, però, non spetta ai vigili del fuoco, una volta che hanno esaurito la propria funzione.

Così, accade che dopo tre mesi e mezzo, siano ancora lì. Un gran brutto vedere, ma nessuno sembra prendersene cura, nonostante le numerose segnalazioni. Aumenta quindi la sensazione di abbandono che dà già questo piccolo scorcio, che pure potrebbe essere incantevole. In tanti lo frequentano per una corsa, per portare il cane a passeggio, per una passeggiata.

Potrebbe essere tenuto, meglio, come dimostrano anche i cestini per l'immondizia, malmessi se non vandalizzati.
18 giugno 2017
Studio legale Fois 468x60




Correlati: