CANOA POLO L’italia al femminile sale sul podio dei World Games di Wroclaw con protagoniste due atlete del Canoe Rovigo. Medaglia d’argento per la nazionale maschile

Di Maddalena Lago il gol che vale una storica medaglia

Grande festa per l'Italia della canoa polo per il bronzo conquistato ai World Games. A destra Maddalena Lago (Canoe Rovigo) autrice del gol decisivo per il podio
Grande festa per l'Italia della canoa polo per il bronzo conquistato ai World Games
Tra ville e giardini 2018

L'Italia della canoa polo saluta i World Games di Wroclaw con la medaglia d'argento conquistata dalla nazionale maschile, campione del mondo, e con il bronzo messo al collo dalle ragazze azzurre. In acqua anche due formidabili ragazze del Canoe Rovigo, ovvero Maddalena Lago e Chiara Trevisan  


Wroclaw (Polonia) - Una spedizione di successo, quella delle nazionali capitanate da Rodolfo Vastola e Francesca Ciancio, nell'ambito di una manifestazione che ha messo di fronte, l'una contro l'altra, le migliori nazioni del pianeta.

Storico il risultato conquistato dalle ragazze della nazionale italiana che mettono al collo il bronzo, ad un anno di distanza dal quinto posto mondiale di Siracusa. In semifinale le ragazze di Francesca Ciancio lottano fino alla fine contro la Francia, con le transalpine abili ad avere la meglio solo all'overtime per 4-3. Di Szczepanska, Landolina e Cogoni i goal alle francesi che centrano la finale grazie al quarto centro di Ledormeur. Digerita la delusione, in finale per il bronzo ecco la sfida contro la Nuova Zelanda campione del mondo in carica. La sfida è tutt'altro che facile, ma l'esito è dei migliori. L'Italia vince 4-3 e lo fa all'overtime grazie alla rete decisiva di Maddalena Lago (Canoe Rovigo), giocatrice che apre anche le marcature con l'1-0, al quale segue il raddoppio firmato da Flavia Landolina. Le All Blacks però sono brave a reagire con Pidduck e Bolton. Il terzo centro di Landolina, Bolton in rete e sul 3-3 si va al supplementare. Freddezza, determinazione e voglia di salire sul podio trasformano le azzurre in un gruppo di leonesse che ruggiscono chiudendo sul podio. Della spediziona ha fatto parte anche Chiara Trevisan, l'altra atleta del Canoe Rovigo.

L'Italia maschile, campione del mondo un anno fa a Siracusa, chiude con una medaglia d'argento preziosa e conquistata dopo aver provato a tenere testa ai tedeschi campioni in carica. In finale la Germania vince 4-1, chiudendo la prima frazione sul 2-0 in vantaggio e allungando ulteriormente nella seconda. Azzurri che in apertura di ripresa provano a raddrizzare la situazione grazie al momentaneo 2-1 di Andrea Bertelloni. Il goal del forte giocatore del Chiavari, campione d'Italia poche settimane fa al termine dei playoff scudetto, non basta però ai nostri che cedono altri due goal alla formazione e teutonica. Germania che si riconferma campione, Italia che si mantiene ad altissimi livelli e rilancia le proprie ambizioni in vista dei prossimi appuntamenti internazionali. Finale incandescente, così come la semifinale vinta dagli azzurri per 3-2 contro la Spagna.

 

 

30 luglio 2017
Studio legale Fois 468x60




Correlati: