ATLETICA A Copparo bella prestazione sui 600 metri di Andrei Neagu della Discobolo Rovigo. Elena Crepaldi ha vinto la gara dei 300 metri 

Tanti podi per il sodalizio polesano

Musikè Fondazione Cariparo 730x90 istituzionale - post evento

La “Discobolo” Rovigo ha presenziato con numerosi giovani al meeting autunnale di Copparo giunto, grazie all’ “eterno” presidentissimo Bigoni, alla sua 42^ edizione.

Ora gli ultimi scampoli agonistici di questa stagione vedranno gli atleti polesani sabato 7  a Curtarolo dove i ragazzi effettueranno un triathlon ed i cadetti gare individuali. Infine chiusura il 14 al Colbacchini di Padova con protagonisti anche gli Allievi. 


Copparo (Fe) - Il Meeting della cittadina del ferrarese è sempre stato onorato, negli anni passati, dall’ex Assindustria Rovigo del compianto Paolo Fantinato.

Quest’anno l’ideale testimone nella puntuale partecipazione è stato preso dalla società che ne ha rilevato il testimone e spera di continuare nel suo spirito.

Parliamo della “Discobolo” Rovigo che ha presenziato con numerosi giovani al meeting autunnale di Copparo giunto, grazie all’ “eterno” presidentissimo Bigoni, alla sua 42^ edizione.

Accanto alle gare “standard” il meeting si è sempre distinto per la messa in programma di gare spettacolari non convenzionali come i 300m esordienti e i m.600 ragazzi e cadetti. Hanno avuto ragione, perché proprio queste gare sono state le più emozionanti e due in particolare hanno avuto come protagonisti atleti della “Discobolo” Rovigo.

Partiamo dalla più spettacolare: i m.600 categoria Cadetti al limite dei 15 anni. Alla partenza per la società rodigina Andrei Neagu che allo sparo, districandosi tra i concorrenti (15, alcuni con tempi inferiori all’1’30”) è passato in 28”5 ai primi 200m. Passo sicuro, testa alta, è passato primo anche ai 400m in 58”; un leggero rilassamento ha dato la illusione ai suoi avversari che la benzina fosse finita, ma quando questi si sono avvicinati ai m.120 finali Andrei ha piazzato il suo formidabile sprint finale, questa volta con la testa leggermente indietro come il formidabile Eric Liddel di Momenti di Gloria, film che ha celebrato le Olimpiadi di Parigi del 1924.

Il tempo 1’27”94 con un arrivo a mani basse e gli avversari a 2” stremati dalla fatica ma tutti a primati personali. E’ il tempo migliore nella regione in questo 2017 ed uno dei primi in Italia. Nella straordinarietà di questa prestazione deve considerarsi che questo ragazzo è al suo primo anno di categoria.

Un altro talento sta crescendo nella “Discobolo”: è giovanissima, bionda, occhi azzurri come i genitori e le sue sorelline. Parliamo di Elena Crepaldi (2006) di Adria che ha vinto la gara dei m.300 esordienti andando in testa dopo i primi 50 metri e concludendo con il tempo di 51”08 seguita al 4° e 5° posto da altri due talenti Ilaria Nezzo e Chiara Arcidiacono (2007) rispettivamente in 56”97 e 57”02. Ancora a ridosso Anna Martinelli in 59”39 e infine Lia Crepaldi (2009) ed Eleonora Barcaro (2008).

Nella gara maschile dei 60 piani vittoria per Lorenzo Zullato in 8”74 seguito al 3° posto da Diego Nezzo 9”34 e Tommaso Fioravanti con 9”95.

Ancora podi negli 80m piani Cadetti per Matteo Grigolato (2°) in 9”86 e 3° Nicola Florindo in 9”96. Infine 5° posto per Cristian Capato nei m.600 Ragazzi in 1’57”27.

5 ottobre 2017
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento