TEATRO SOCIALE ROVIGO Al via la stagione di prosa ma con la “cacciata” dell’ex assessore Donzelli, spariscono dalla bozza di programmazione gli spettacoli di Natalino Balasso, Teresa Mannino e Serena Autieri

Salta Balasso con il nuovo assessore 

Gavello convegno

Dopo due anni sparisce dalla stagione di prosa del Teatro Sociale di Rovigo lo spettacolo di Natalino Balasso. L’agente dell’attore commenta: “Non è responsabilità nostra se quest’anno non ci siamo”. Una scelta riconducibile dunque al nuovo assessore Alessandra Sguotti. Rispetto alla bozza di programmazione dell’ex assessore Andrea Donzelli per la stagione 2017/2018, spariscono anche gli spettacoli di Teresa Mannino e Serena Autieri



Rovigo – Colpo di scena: quest’anno la gradita tradizione della presenza di Natalino Balasso nella stagione di prosa del Teatro Sociale di Rovigo, si infrange. L’attore e comico che negli ultimi due anni aveva garantito il sold out (LEGGI ARTICOLO) non sarà presente per la stagione 2017/2018 a Rovigo. La sua agente, interpellata risponde solo: “L’obiettivo per un attore è quello di portare il suo spettacolo in più teatri possibili, compatibilmente con l’ospitalità. Non dovete chiedere a noi perché non siamo stati inseriti in stagione, non è una scelta nostra”. A scegliere, dunque, sarebbe stata l’amministrazione, o meglio il nuovo assessore alla cultura Alessandra Sguotti visto che l’ex assessore, Andrea Donzelli, nella sua bozza di programmazione della stagione di prosa 2017/2018 Balasso lo aveva già inserito. E con lui, anche altre due attrici di punta, capaci di riempiere ad ogni data, in qualunque luogo, i teatri. Ovvero Teresa Mannino e Serena Autieri, anche loro sparite nella nuova programmazione rispetto alla bozza dell’ex assessore che verrà presentata alla stampa mercoledì 11 ottobre a Palazzo Nodari.

“Noi presentiamo una panoramica di spettacoli vastissima – spiega il direttore artistico di Arteven, Pierluca Donin – Poi sono le amministrazioni a scegliere quelli che preferiscono. Succede spesso che cambino i titoli dalle bozze alle programmazioni finali della stagione, i motivi possono essere di budget, di date e artisti scelti ma già impegnati altrove, per fare qualche esempio. Sono le amministrazioni a scegliere. Il budget per Rovigo dovrebbe essere lo stesso dello scorso anno e non conosco le motivazioni delle scelte di questa amministrazione. Chiaro che il cambio interlocutore può creare qualche problema in più”.

 

 

10 ottobre 2017
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Musikè Fondazione Cariparo 730x90 istituzionale - post evento

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento