RUGBY ECCELLENZA FemiCz Rovigo costretta ad allenarsi al coperto, la pioggia eccezionale ha costretto Joe McDonnell ed Umberto Casellato a cambiare i piani

Allenamento al Tre Martiri a causa del maltempo

Allenamento al coperto sul sintetico del circolo Tennis Tre Martiri per la Rugby Rovigo agli ordini di Joe McDonnell e per la prima volta anche di Umberto Casellato
Allenamento al coperto sul sintetico del circolo Tennis Tre Martiri per la Rugby Rovigo agli ordini di Joe McDonnell e per la prima volta anche di Umberto Casellato
Preriscaldamento con il pallone rotondo a cui ha preso parte anche il team manager Luca Gabban
Preriscaldamento con il pallone rotondo
Umberto Casellato e il fisio Iginio Bagatello
Joe McDonnell ed Umberto Casellato
L'arrivo di Umberto Casellato
Umberto Casellato
Musikè Fondazione Cariparo 730x90 istituzionale - post evento

Preparazione in vista del match con il Mogliano nella tensostruttura del circolo Tennis Tre Martiri a causa del maltempo, Umberto Casellato ospite di Rugby House che andrà in onda giovedì 9 novembre su Tv 7 alle 21. Giovedì 9 novembre ore 21.15, presso l’Archivio di Stato, presentazione del film “Dino” dedicato a Lanzoni padre del rugby rodigino (LEGGI ARTICOLO) 

Gli arbitri per il prossimo turno di campionato 

Leggi la cronaca di FemiCz Rovigo - Lazio
Leggi l'articolo sulle giovanili rossoblù
Leggi l'articolo sulle giovanili del Villadose
Leggi l'articolo sull'Under 14 del Badia
Leggi l'articolo sulla vittoria del Badia
Leggi l'articolo sul Villadose
Leggi l'articolo sul Frassinelle 


Rovigo - Martedì 7 novembre doveva essere il primo giorno di allenamento della FemiCz Rovigo del nuovo duo formato da Joe McDonnell, con Umberto Casellato chiamato a sostituire Jason Wright. In verità lo è stato, ma probabilmente il tecnico trevigiano avrebbe preferito farlo sul campo del Battaglini. Una pioggia battente ed incessante dalle prime ore del mattino ha costretto lo staff tecnico a cambiare i piani. Seduta video sui prossimi avversari di domenica 12 novembre (sabato c’è la Nazionale contro le Fiji diretta DMAX canale 52 dalle 14.15, ndr), il Mogliano che Umberto Casellato ha portato allo scudetto nella stagione 2012-2013, Un tuffo nel passato ricordando una finale vinta contro I Cavalieri Prato di Pippo Frati ed Andrea De Rossi, e tra le fila dei Bersaglieri ci sono tanti rossoblù che quella finale del 25 maggio 2013 l’hanno giocata, rifacendosi poi il 28 maggio 2016 con la maglia del Rovigo (LEGGI ARTICOLO). Quel Mogliano ribaltò qualsiasi pronostico, eliminando anche dalla corsa i playoff il Rovigo di Polla Roux, ma I Cavalieri Prato persero la finale sul terreno amico con più di un rammarico. L’ultima interminabile azione di pick and go, che portò Guillermo Roan a ridosso della linea di meta, è un dubbio che ancora rimane. Tmo affidato a Damasco che nega la marcatura, le immagini non erano chiare, l’inerzia del gesto sì. Ironia della sorte sempre Damasco, primo arbitro nel 2014, protagonista di furiose polemiche sempre con in panchina Pippo Frati ed Andrea De Rossi, ma sulla sponda Rovigo (LEGGI L’ARTICOLO SULLA FINALE DEI VELENI). 

Allenamento nella tensostruttura del circolo Tennis di viale Tre Martiri cominciato verso le 15 e 30 di martedì 7 novembre, preriscaldamento per i tre-quarti con il pallone rotondo a cui hanno partecipato anche il team manager Luca Gabban e il fisio Iginio Bagatello. Poco dopo l’arrivo degli avanti e dello staff tecnico. Formazione in vista di Mogliano che sicuramente non potrà contare su Federico Pavesi e capitan Edo Ruffolo infortunati, probabilmente Joe McDonnell, come annunciato dopo il match vinto contro la Lazio (LEGGI ARTICOLO), non farà giocare l’intero Xv ideale, ma darà giustamente spazio a chi ha giocato meno. 5 punti sono obbligatori per non perdere terreno dalla capolista Calvisano che sarà ospite al Battaglini domenica 19 novembre, l’aggancio in classifica deve essere l’obiettivo. Sarà quasi una finale, In caso contrario il primo posto nella regular season diventerà già un miraggio. 

Per Umberto Casellato a Rovigo è un gradito ritorno, una stagione soltanto sulla panchina rossoblù, poi l’avventura a Mogliano e lo scudetto, l’allenatore vincente ce lo avevamo già. Adesso sono in due, entrambi lo scudetto lo hanno già conquistato (LEGGI ARTICOLO), Joe McDonnell nel 2016 con una cavalcata trionfale, Casellato da outsider con una squadra che lo scudetto lo aveva solo visto col binocolo, per entrambi un comune denominatore non di poco conto: Luciano Rodriguez (ora a Reggio da ultimo in classifica).

Giorgio Achilli

 

7 novembre 2017
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

AllenaMente 730x90

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento