VOLONTARIATO ROVIGO Nominati consiglio direttivo e presidente di Polesine Solidale, che gestisce il Centro servizi volontariato di Rovigo. Alla guida rimane Lamberto Cavallari

Un punto di riferimento per chi vuole aiutare

Tra ville e giardini 2018

Le recenti elezioni hanno portato alla formazione del consiglio direttivo, tra conferme e nuovi ingressi, ma anche alla indicazione del presidente, ruolo nel quale viene confermato Lamberto Cavallari



Rovigo - Secondo mandato per Lamberto Cavallari alla guida dell'associazione Polesine Solidale, che gestisce il Centro servizi volontariato di Rovigo.

Il nuovo Consiglio direttivo, eletto dall'assemblea dei soci del 18 novembre, ha designato in questi giorni le cariche sociali, tra conferme e novità. Dopo essere stato presidente nello scorso triennio, Cavallari rimane al vertice anche per il prossimo mandato. "Voglio ringraziare le reti, in particolare l’Avis ed il suo rappresentante in Csv, Massimiliano Antonioli, e l’Auser per aver capito il momento storico particolare - commenta - La riforma del Terzo Settore mette in pericolo l’autonomia del Csv di Rovigo e dovremmo lavorare tutti uniti per conservarla e garantire la stessa vicinanza alle associazioni e al territorio che il Csv ha offerto in questi anni".

Cavallari, 46 anni, è dirigente nazionale Anpas e vicepresidente della Croce Verde di Adria, di cui è stato in passato presidente, organizzazione che opera nell'ambito del soccorso, del trasporto di malati in convenzione con il Suem e della Protezione civile in occasione di catastrofi ed emergenze. Oltre a lui, il direttivo ha confermato un secondo mandato anche a Massimiliano Antonioli, nel cruciale ruolo di tesoriere: 48 anni, Antonioli rappresenta l'Avis provinciale ed è volontario dell'Avis di Castelmassa.

Una novità, invece, l'ingresso di Marinella Mantovani nel consiglio direttivo, come rappresentante dell'Auser. Originaria di Ariano nel Polesine, 56 anni, già assessore provinciale alle Politiche Sociali, oggi Mantovani è alla guida dell'Auser Volontariato Polesine, il coordinamento che riunisce circa trenta circoli del territorio. Per il prossimo triennio affiancherà Cavallari, con il ruolo di vicepresidente.

L'assemblea dei soci ha confermato i consiglieri Gabriele Bellesia (47 anni, di Lendinara, volontario dell'associazione "Danilo Ruzza", donatori di midollo osseo, e già vicepresidente dell'associazione Polesine Solidale) ed Eva Grandi, 75 anni, volontaria dell'associazione Renzo Barbujani di Rovigo. Prima volta, invece, per Paolo Antonini, 51 anni, dell'associazione Volontari Protezione Civile Altopolesine di Castelmassa, e Roberta Paesante, 42 anni, di Adria, presidente della Fidas Polesana e presidente uscente della Consulta del volontariato sociale di Adria.  

Il consiglio direttivo di Polesine Solidale corrisponde per sei membri a quello del Csv, in cui il settimo membro è Monica Pavan, designato dal Coge regionale in rappresentanza delle fondazione bancarie.

24 novembre 2017
Studio legale Fois 468x60




Correlati: