PUGILATO ROVIGO Presentato nella storica palestra di viale Trieste il 4° trofeo Carlo Castellacci che si disputerà il 10 dicembre al Palasport e lanciato il progetto pilota per far combattere i diversamente abili

La sfida al pregiudizio

Cristiano Castellacci
Fulvio Marchesini
Lucio Taschin
Luigi Paulon
Tra ville e giardini 2018

La Federazione ha affidato l’onore alla Pugilistica Rodigina di essere società pilota in Italia, e responsabile per il Veneto, del progetto di sviluppo della boxe per i diversamente abili. Presentazione ufficiale sabato 2 dicembre nella storica palestra di viale Trieste con l’assessore allo Sport Luigi Paulon, il delegato provinciale del Coni Lucio Taschin, ed il presidente del Comitato regionale Fpi Fulvio Marchesini. A fare gli onori di casa Cristiano Castellacci che ha dato appuntamento al 10 dicembre al Palasport per il 4° trofeo Carlo Castellacci


Rovigo - Ci vuole coraggio, e la Pugilistica Rodigina ha sempre amato le sfide. Non una qualsiasi quella scelta dal sodalizio polesano, “Qui siamo tutti uguali” ripeteva a chiunque si presentasse nella palestra di viale Trieste il maestro Silvano Modena, e lo saranno anche i diversamente abili. Un progetto pilota che parte dal Polesine grazie al supporto del comitato Veneto della Federazione Pugilistica Italiana, ma che già hanno abbozzato anche altre regioni. Un percorso lungo e tortuoso, ma la Pugilistica Rodigina ci crede. Presentazione sabato 2 dicembre nell’ambito del 4° trofeo Carlo Castellacci che si terrà nel Palasport di Rovigo domenica 10 dicembre dalle ore 17. Sul ring, ma non per un vero e proprio combattimento, anche l’ex assessore Michele Brusaferro e Marco Saltarin. Dimostreranno al mondo dello sport che anche il pugilato può essere una disciplina per diversamente abili.

Cristiano Castellacci, presentano il progetto, ha voluto ringraziare il Comune di Rovigo e all’assessore allo Sport Luigi Paulon per aver concesso il patrocinio gratuito e l’uso gratuito della struttura del Palazzetto dello Sport dove si svolgerà l’evento. Un secondo ringraziamento va al Coni ed al suo Delegato provinciale Lucio Taschin e a tutti gli sponsor.

Un terzo ringraziamento va alla Federazione Pugilistica Italiana – comitato Regionale Veneto ed al suo presidente Fulvio Marchesini “Il progetto è molto ambizioso - ha spiegato il numero uno della Fpi veneta - ci troviamo di fronte un grande ostacolo, che è la normativa sanitaria federale, ad oggi non possono combattere. Il precedente consiglio nazionale ha dato mandato al comitato della Liguria affinché questi atleti venissero tesserati con gli enti di promozione sportiva per disputare delle piccole competizioni in base al tipo di disabilità, ed ha riscosso molto successo. Ora con la Pugilistica Rodigina e Cristiano Castellacci abbiamo deciso di fare una richiesta formale alla federazione per dare la possibilità a questi ragazzi di esprimersi. Il primo step è una pre-pugilistica adatta a tutti dove non vengono richieste delle visite specifiche, da quando sono presidente del comitato veneto abbiamo cominciato con il programma della boxe competition (disciplina amatoriale della Federazione Pugilistica Italiana propedeutica al pugilato)  e speriamo di poter far entrare anche i diversamente abili. Il secondo step è quello di portarli alla boxe vera e propria con incontri a seconda della difficoltà fisica e del peso. Non è una battaglia facile, avere delle risposte sarà difficile”. 

La Pugilistica Rodigina dopo la morte del maestro Silvano Modena ha voluto riassettarsi e condividere progetti molto importanti nella speranza di trasmettere segnali positivi alla città e alle nuove generazioni.

“Per tal motivi ci siamo impegnati in più settori - ha spiegato Cristiano Castellacci - nella lotta al bullismo, che tocca molto profondamente la nostra sensibilità, ci siamo impegnati nel contribuire alla crescita di Unitiinrete nella figura di Federica Boniolo, organizzando un incontro ufficiale proprio all’interno della nostra palestra per discutere ed ipotizzare possibili soluzioni a questo fenomeno sempre più dilagante.

Nel settore educativo e legato all’istruzione, ci siamo recati nelle scuole per parlare e sostenere il
Pugilato come disciplina finalizzata all’educazione allo sport
; abbiamo, quindi, tenuto delle lezioni nelle scuole elementari, divertendoci con alunni che vanno dai 6 anni ai 10 anni. 

Sempre nel sociale, stiamo contribuendo all’inserimento di atleti di colore provenienti dalle associazioni del rodigino, perché possano praticare lo sport sia a livello amatoriale che agonistico, a dimostrazione che la palestra è di tutti, che lo sport è di tutti, senza distinzioni e senza pregiudizi (un concetto a noi molto caro). 

Oggi siamo qui per presentare il 4° trofeo Carlo Castellacci: il primo si è svolto al Censer, il secondo nella palestra di San Pio X, il terzo nella palestra Silvano Modena di Borsea ed il quarto, quello di domenica 10 dicembre 2017, si terrà, per concessione del Comune di Rovigo, nella prestigiosa e splendida cornice del Palazzetto dello Sport. 

Uno degli obiettivi, infatti, è anche quello di valorizzare la nostra Città, facendo conoscere luoghi e strutture. Tant’è che non è da dimenticare che a giugno scorso abbiamo svolto il trofeo Pugilistica Rodigina nel contesto della Piazzetta Annonaria, un salotto nel cuore della Città”.

Sul progetto rivolto ai diversamente abili, Cristiano Castellacci ha le idee chiare “La Pugilistica Rodigina crede molto nel concetto di Sport per tutti, senza limiti e pregiudizi.  Chi decide su chi debba praticare uno sport non deve essere l’uomo o un suo preconcetto stabilito a tavolino, bensì il ring.

un primo esempio lo avevamo portato proprio a giugno nel corso del 1° Trofeo Pugilistica Rodigina, portando sul ring gli atleti della Uguali Diversamente per una dimostrazione.

Oggi si muovono i primi passi verso un progetto più articolato, quello che noi abbiamo chiamato “la sfida”; il progetto ha l’ambizioso obiettivo, passando attraverso gli organi Federali preposti, di vedere riconosciuta ai soggetti con disabilità, superando il pre-giudizio, la possibilità di partecipare a incontri ufficialmente riconosciuti. La Federazione, che ringraziamo, ci ha affidato l’onore di essere società pilota in Italia e responsabile per il Veneto di questo progetto”.

Nel quarto Trofeo Carlo Castellacci ben 10 gli incontri di Boxe Olimpica, cui la Pugilistica Rodigina parteciperà con 7 atleti, che sono: 

1- Nicolò Castellacci, categoria Schoolboy kg. 50 medaglia di bronzo ai Campionati Italiani 2017 

2- Kay Chieregato, categoria Youth kg. 56  

3- Cristian Zogno, categoria Senior Kg. 60 

4- Lovezna Hamza, categoria Senior Kg. 62  

5- Haruna Bah, categoria Senior Kg. 64 

6- Denis Lemeti, Senior Kg. 75 

7- Beh Alassane Traore, Senior Kg. 82 

A loro si aggiungeranno altri tre alfieri del Veneto per dare vita a questa manifestazione sportiva, 

Inoltre, si terrà anche un incontro di boxe femminile tra Sabrina Er Raqioui (Boxe Verona) Vs Giada El Okabi (Costantino Boxe). L’ingresso alla manifestazione è gratuito

Infine, durante la riunione sportiva si terrà una dimostrazione di figure con il Tecnico Cristiano Castellacci e i due alfieri della Pugilistica Rodigina portacolori del progetto “Sfida al pregiudizio” pugilato aperto anche ai portatori di deficit fisico:  Michele Brusaferro  - Marco Saltarin 

 

 

 

2 dicembre 2017
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

  • Sesso a cielo aperto ed eternit

    INTERPORTO ROVIGO Parlare di degrado è riduttivo, è uno scandalo alla luce del sole e nessuno fa nulla. Appostamenti per fare sesso e rifiuti di ogni genere e tipo

  • Il Bronx in città, gli italiani hanno paura 

    DEGRADO ROVIGO Silvia Menon dà voce al caso che si verificando in via Don Minzoni. L’aiuto viene chiesto da un cittadino: abitazioni abbandonate sono occupate abusivamente da stranieri. Schiamazzi e litigi, ma anche pestaggi 

  • Splendida medaglia d’argento 

    PATTINAGGIO ARTISTICO Brajan Tenan dell’Olimpica Skaters in coppia con Asia Torsani, Vs Skating Veggiano, salgono sul podio ai campionati italiani divisione Nazionale B

  • Grave perdita per la comunità arquatese 

    LUTTO ARQUA’ POLESINE (ROVIGO) Si è spento Ruggero Sichirollo, ex consigliere, attore e imprenditore del paese. Venerdì 20 alle ore 11 i funerali

  • Un dono importante per una disciplina in crescita

    SPORT VILLADOSE (ROVIGO) Inaugurata nel Palasport di Villadose (Ro), la nuova parete per arrampicata, l’unica presente nella provincia  

  • Un meraviglioso riconoscimento 

    ARTI MARZIALI ROVIGO Stella d’Oro al merito sportivo per Giacomo Labarbuta per la sua attività da dirigente 

  • “Troppi incidenti sul viale pericoloso”

    FRAZIONI ROVIGO Il consigliere comunale Mattia Moretto chiede che si intervenga al più presto in via Ippolito Nievo per migliorare la sicurezza stradale al fine di preservare l’incolumità dei cittadini e il decoro del territorio