INCONTRO ROVIGO Giovedì 14 dicembre si è tenuto il convegno politico alla presenza dell’europarlamentare di Forza Italia Elisabetta Gardini

L’Europa può essere più vicina al Polesine 

Paolo Avezzù ed Elisabetta Gardini
Paolo Avezzù, Piergiorgio Cortelazzo, Andrea Bimbatti e Alessandra Sguotti
L'arrivo di Elisabetta Gardini
Paolo Avezzù ed Elisabetta Gardini
Giuliano Govoni e Stefano Bellinazzi
Elisabetta Gardini
Paolo Avezzù
Paolo Avezzù, Piergiorgio Cortelazzo e Andrea Bimbatti
Elisabetta Gardini e Piergiorgio Cortelazzo
Paolo Avezzù, Piergiorgio Cortelazzo, Andrea Bimbatti e Alessandra Sguotti
Paolo Avezzù, Elisabetta Gardini, Andrea Bimbatti e Alessandra Sguotti
Paolo Avezzù
Elisabetta Gardini
Confartigianato Polesine 11 dicembre 2018

Immigrazione, agricoltura, bandi e tanti altri temi sono stati affrontati al convegno ”L’Europa incontra Rovigo" organizzato dal Gruppo Ppe al Parlamento europeo e dal Parlamento europeo



Rovigo - Unione Europea, un’opportunità per le sfide per il futuro. Su questo argomento si è concentrato il convegno dal titolo “L’Europa incontra Rovigo” tenutosi nella serata di giovedì 14 dicembre all’Hotel Europa Palace organizzato dal Gruppo Ppe al Parlamento europeo e dal Parlamento europeo che ha visto una concreta partecipazione, a moderare Andrea Bimbatti, l’ex assessore della giunta Piva riaccolto in Forza Italia. 

Presenti alla serata infatti europarlamentari ed autorità di Forza Italia a partire dall’onorevole Elisabetta Gardini che si è soffermata sul tema della centralità dell’Europa, del pericolo immigrazione in particolare sulla libertà di culto ed il ruolo della donna. Non è mancato un intervento pesante contro il provvedimento italiano sulla fine della vita, ha ribadito l’importanza della famiglia, della riduzione della tassazione e del rilancio formazione professionale, valori fondamentali per Fi. 

Alessandra Mussolini non ha mancato di far sentire la sua presenza attraverso un video nel quale ha parlato della modifica del regolamento del trattato di Dublino sul tema dell’immigrazione impegnandosi a far attivare dei filtri sulla gestione dei migranti politici ed economici e l’impegno alla ridistribuzione di queste persone. 

Altro tema trattato da Salvatore Cicu è stato quello della tutela dei prodotti europei per evitare una concorrenza sleale da parte paesi non Europei come la Cina. 

Ad entrare nel merito del tema “L’Europa incontra Rovigo” son stati il presidente del consiglio comunale Paolo Avezzù che ha ribadito l’attualità del convegno “perché di europa viviamo” riferendosi agli aspetti delle pm10, tariffe estere, immigrazione e tanti altri, ha ricordato le origini cristiane dell’Europa, ma soprattutto “che di Europa si può crescere” spiegando come i fondi europei stanziati dal 2016-20 sono di 600miliardi di euro ed il 10-15% possono finire all’Italia. 

A proseguire su questa tematica è stata anche Alessandra Sguotti che ha ricordato come il Comune abbia degli uffici sulla progettazione europea, faccia rete con altri Comuni ed Anci Veneto per la segnalazione di bandi. La novità lanciata dall’assessore è la convenzione con Union Camere Veneto per aver una presenza di Rovigo a Bruxelles.

Infine Pierluigi Cortelazzo, commissario provinciale di Forza Italia, ha ribadito la virtuosità del Veneto, la regione che utilizza maggiormente le risorse europee. Non sono mancati commenti politici inerenti al partito di Forza Italia che sta diventando il baricentro della vita politica e di rimettere attorno al tavolo tutte le forze di centro destra sulle scelte del Polesine, la più attuale in questo momento Consvipo dove si è parlato di azzerare il cda, fare un nuovo consiglio con persone preparate, avere una mission definita affinché sia una agenzia dello sviluppo e pensarlo anche in un’ottica di area vasta, come per il tema dell’acqua, incamerando anche i comuni padovani.

15 dicembre 2017
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

DOMINA fuori tutto

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento