COMUNE PETTORAZZA GRIMANI (ROVIGO) Il sindaco Gianluca Bernardinello stila un bilancio di fine anno in merito alla gestione della macchina amministrativa comunale e dei prossimi progetti da avviare 

Per il 2018 palestra efficiente e altri lavori importanti. Ma la Tari aumenta 

Tra ville e giardini 2018

Nuovi progetti sono pronti ad essere avviati nel 2018, e tasse inalterate tranne la Tari, nel comune di Pettorazza Grimani guidato dal sindaco Gianluca Bernardinello che auspica come il nuovo anno possa essere ricordato come quello della svolta 



Pettorazza Grimani (Ro) - Dopo due anni di amministrazione ordinaria il 2017 ha visto l’avvio del primo cantiere, relativo alla manutenzione del cimitero (LEGGI ARTICOLO) e del campanile (LEGGI ARTICOLO) nel comune di Pettorazza Grimani che darà il Là ad altri interventi pubblici nel 2018. 

“Notizia di pochi giorni fa, - esordisce il primo cittadino Gianluca Bernardinello che ha deciso di stilare un bilancio di fine anno - l’assegnazione dei lavori di asfaltatura delle vie San Girolamo e Umberto Maddalena dal monumento al semaforo, inoltre entro fine mese saranno assegnati i lavori per la manutenzione straordinaria degli spogliatoi dell'impianto da calcio. La toponomastica entro 2/3 mesi sarà completata”. 

Nel 2018 previsti altri progetti: “daremo sicuramente il via ai lavori per l'efficientamento energetico della palestra comunale. - spiega il sindaco - Inoltre verrà fatta un gara per il rinnovo del contratto della pubblica illuminazione, che dovrebbe prevedere anche l'installazione di alcuni altri nuovi punti luce. Forse si chiuderà anche la gara per l'assegnazione dei lavori di manutenzione straordinaria al municipio e alle scuole medie”. 

Bernardinello sostiene che tutto questo è stato possibile grazie ad una oculata e attenta politica di spesa: “In questi 3 anni, non sono state aumentate le tariffe e nel bilancio di previsione 2018, che andrà in approvazione giovedì 28 dicembre, verranno mantenute inalterate tutte tranne la Tari. Per questa negli ultimi due anni abbiamo avuto meno quantità di raccolta differenziata, ed un aumento del secco raccolto. Purtroppo questo ha portato ad un aumento della Tari dal 3 al 4% dal 2018. Vi invito pertanto a controllare bene e a differenziare il più possibile, sperando di invertire quanto prima la tendenza ai continui aumenti di spesa” specifica. 

Il primo cittadino spera che il nuovo anno 2018 possa finalmente essere visto come quello della svolta, “della rinascita del nostro paese, sia dal lato economico/finanziario che lavorativo”. 

27 dicembre 2017
Studio legale Fois 468x60




Correlati: