CAPODANNO ADRIA (ROVIGO) Il sindaco Massimo Barbujani riprende i suggerimenti forniti dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco per evitare tragedie con i botti e fuochi d’artificio 

Non si possono vietare i botti, ma le raccomandazioni non mancano 

Tra ville e giardini 2018

Ricordare come usarli è sempre utile: il sindaco di Adria Massimo Barbujani visto che non ha potuto vietare i botti per il 31 dicembre, ha deciso di informare tutta la cittadinanza sull’uso dei botti di Capodanno, ricordando che se fatti male possono nuocere alla salute delle persone e animali  


Adria (Ro) - Se i fuochi d’artificio non si possono vietare (LEGGI ARTICOLO)si può sempre invitare i cittadini ad usarli correttamente garantendo anche la pacifica convivenza. 

A farlo è il sindaco di Adria Massimo Barbujani che ha deciso di ricordare a tutti alcuni alcuni utili suggerimenti forniti dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, affinché la fine del 2017 e l’inizio del 2018 possano essere occasione di gioia e di divertimento per tutti. 

Evitare di utilizzare botti troppo rumorosi in prossimità di ospedali, luoghi di cura, residenze per anziani e case di riposo; non riciclare i botti degli anni precedenti; se un fuoco d'artificio non si accende subito o si spegne, non si deve assolutamente ritentare o riaccenderlo, ma è il caso di buttarlo via e renderlo inoffensivo, mettendolo sotto la sabbia o sotto terra; non raccogliere fuochi inesplosi trovati per strada o a terra; i fuochi d'artificio devono essere accesi solo all'aperto, lontano dalle persone, da materiale infiammabile, da legno e da alberi: allontanarsi subito per evitare di essere investiti dallo scoppio; i fuochi devono essere maneggiati ed accesi da un adulto.

Candeline e stelline sono le uniche che si possono usare in casa, ma vanno tenute lontane dai vestiti, dalle tende, dai divani e da tutti gli oggetti infiammabili, fare attenzione al rischio scintille, possono colpire occhi, pelle o vestiti; bottigliette a strappo, pistole a strappo e snappers non devono mai essere lanciati addosso alle persone; non tenere in mano fontane, trottole, fumogeni, petardini, miccette e girelline dopo averne acceso la miccia. 

Non dimenticare poi che cani e gatti sono terrorizzati dai rumori improvvisi, violenti e deflagranti come quelli dei botti, e possono finire preda di veri e proprio attacchi di panico, fuggire, perdersi, provocare incidenti stradali. Tenere quindi gli animali il più lontano possibile dai festeggiamenti e dai luoghi in cui i petardi vengono esplosi e non lasciamoli soli. È necessario mostrarsi tranquilli e felici, cercando di distrarli, se possibile, con giochi e bocconcini, mostrando che non c’è nulla di cui preoccuparsi. Non lasciarli in giardino, tenere alto il volume di radio o televisione in modo che venga attutito il rumore dei botti proveniente dall’esterno, lasciare che gli animali si rifugino dove preferiscono e si sentono più sicuri. 

È fondamentale non portarli fuori a mezzanotte o nelle ore immediatamente precedenti perché spesso gli scoppi iniziano con anticipo. 

“Infine, in queste ultime ore dell’anno, rivolgiamo un pensiero a tutte quelle persone, che lavorano nei servizi di soccorso, - conclude Barbujani - emergenza e pubblica sicurezza: a loro va la nostra gratitudine ed il loro apprezzamento per tutto ciò che fanno a vantaggio della nostra Comunità”. 

 

 

29 dicembre 2017
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

  • Grave perdita per la comunità arquatese 

    LUTTO ARQUA’ POLESINE (ROVIGO) Si è spento Ruggero Sichirollo, ex consigliere, attore e imprenditore del paese. Venerdì 20 alle ore 11 i funerali

  • Un dono importante per una disciplina in crescita

    SPORT VILLADOSE (ROVIGO) Inaugurata nel Palasport di Villadose (Ro), la nuova parete per arrampicata, l’unica presente nella provincia  

  • “Troppi incidenti sul viale pericoloso”

    FRAZIONI ROVIGO Il consigliere comunale Mattia Moretto chiede che si intervenga al più presto in via Ippolito Nievo per migliorare la sicurezza stradale al fine di preservare l’incolumità dei cittadini e il decoro del territorio

  • Le fiamme divorano azienda agricola alle porte della città

    INCENDIO ROVIGO Intervento in forze dei Vigili del fuoco per domare il rogo ad una rimessa e deposito di legna di un agricoltore tra via Concilio Vaticano II e via Urandi

  • Il prefetto Enrico Caterino saluta il Polesine

    ROVIGO E’ stato per due anni il faro delle istituzioni in provincia, uomo di grande mediazione Enrico Caterino ha lasciato un segno. Una fermezza garbata d’altri tempi, numerosi gli attestati di stima di tutte le Forze dell’Ordine

  • Cerimonia in comando e giuramento 

    GUARDIA DI FINANZA ROVIGO Alessandro Tomasi e Salvatore Tuttolomondo in servizio a Loreo promossi vicebrigadieri

  • Era pronto a scappare, lo catturano prima

    POLIZIA ROVIGO La squadra mobile ha arrestato  a Porto Viro sabato 14 luglio Dashnor Ilnica, faceva parte di una banda di italiani, albanesi e romeni, l’ordinanza è partita da Lucca, ora è nel carcere cittadino