VIOLENZA IN FAMIGLIA SALARA (ROVIGO) Un 53enne arrestato dai carabinieri, dopo che la giovane moglie, anche lei secondo le contestazioni sua vittima, aveva lanciato l'allarme

Maltratta i figlioletti e finisce in carcere

Tra ville e giardini 2018
Finisce in carcere con l'accusa di avere maltratto i due figli minorenni. Questa la contestazione a carico di un marocchino di 53 anni

Salara (Ro) - Una brutta storia di maltrattamenti per una famiglia di origini marocchine residente a Salara e da quasi 10 anni in Italia. Questa la ricostruzione che hanno attuato i carabinieri, e dalla quale sono discese le contestazioni a carico di un marocchino, poi arrestato.

"Dopo diverso tempo che il marito maltrattava moglie e due figli minori di 9 e 3 anni, anche percuotendoli - spiega la nota dei carabinieri - la moglie, una 32enne, nel mese di novembre, ha trovato il coraggio di rivolgersi ai Carabinieri di Ficarolo che, con sensibilità, sono risusciti a riscuotere la sua fiducia e a farle denunciare le violenze subite.
I militari della Stazione e quelli del Nucleo Operativo di Castelmassa, hanno così avviato le relative indagini sulla vicenda, interessando anche i locali servizi sociali, le strutture sanitarie, la procura dei minori di Venezia e quelle ordinaria di Rovigo".

Gli elementi raccolti, e vagliati della Procura della Repubblica di Rovigo, hanno permesso di far emettere, dal giudice per le indagii preliminari di Rovigo, un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti dell’uomo. Una volta intracciato, il 53enne è stato condotto in carcere. La donna e i figli, durante l’attività d’indagine, sono stati fatti allontanare dalla casa dove abitavano al fine di evitare ulteriori maltrattamenti.
 
 
8 gennaio 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati: