BILANCIO PREVENTIVO 2018 COMUNE ROVIGO Sono 10 le modifiche richieste dai consiglieri al documento, quattro della new entry Matteo Masin, tre della lista civica Silvia Menon, una di Ivaldo Vernelli, due della maggioranza. “No alle armi ai vigili urbani”,

I 20mila euro preventivati per le armi dei vigili sono i meno condivisi

Tra ville e giardini 2018

Sociale, armi ai vigili e manutenzione sono in sintesi i temi principali trattati dai consiglieri nei 10 emendamenti proposti al bilancio preventivo 2018 (LEGGI ARTICOLO), in commissione nella serata di martedì 9 gennaio e al voto in consiglio comunale ipoteticamente intorno al 25 gennaio. Il re degli emendamenti è Matteo Masin, che ne presenta quattro, seguito dalla lista civica Silvia Menon


Rovigo – Integrare le agevolazioni sociali della tari di 2mila 500 euro, prelevando i soldi dalle spese per i servizi ausiliari nelle manifestazioni, aumentare di 12mila 500euro i contributi a sostegno delle famiglie prelevando dal capitolo di spesa “contributi per attività natatoria disabili ad istituzioni sociali private” (10mila euro) e dal capitolo “servizio trasporto studenti e lavoratori disabili” (2mila 500 euro), ma anche creare un nuovo capitolo dal nome “incarico professionale per una vas (valutazione ambientale strategica indispensabile per definire il piano degli interventi nella parte relativa al residenziale) del valore di 20mila euro prelevati dei fitti passivi (13mila euro) e dal servizio di pulizia e trasporti (7mila euro). Sono tre dei quattro emendamenti presentati dal consigliere della civica Coscienza Comune, Matteo Masin che vince, a poche settimane dal suo ritorno in consiglio (LEGGI ARTICOLO) il premio per il “più puntiglioso” con 4 emendamenti sui 10 totali presentati dai consiglieri al bilancio preventivo 2018.

Il quarto emendamento di Masin riguarda il più gettonato dei capitoli di spesa che i consiglieri di opposizione propongono di cancellare a favore di altre spese, ovvero il capitolo “acquisto armi per la polizia locale”, del valore di 20mila euro. Per il consigliere di Coscienza Comune quei soldi andrebbero utilizzati per le spese di formazione della polizia locale e alle prestazioni di terzi per interventi urgenti di viabilità. Secondo Ivaldo Vernelli (Movimento Cinque Stelle), invece, i soldi per armare la polizia andrebbero meglio spesi per l’attuazione “servizi per anziani e ospitati presso Casa Serena e residenti sul territorio”. Per la lista civica Silvia Menon invece, i 20mila euro delle armi ai vigili dovrebbero essere invece destinati alla manutenzione straordinaria dei ponti del territorio comunale. 

La civica Menon, inoltre, ha presentato un emendamento per prelevare i 100mila euro che l’amministrazione comunale ha deciso di destinare al servizio spostamento urgente segnaletica mobile per destinarli invece alla manutenzione straordinaria dei marciapiedi di capoluogo e frazioni. E infine, sempre la civica Menon, nel suo terzo ed ultimo emendamento propone di togliere dal capitolo di bilancio i 10mila 427 euro di retribuzione di risultato 2018 al segretario generale per destinarli all’acquisto di materiale per progetti ambientali “acquisto riciclatori incentivanti come da mozione votata all’unanimità”, presentata dal consigliere Mattia Milan (LEGGI ARTICOLO).

Due emendamenti anche dalla maggioranza. Il primo della consigliera di Presenza Cristiana Alba Rosito che propone: di ridurre da 140mila e 100mila euro la messa in sicurezza delle scuole elementari Duca d’Aosta e Miani; ridurre da 200mila a 100mila la ristrutturazione della scuola media Parenzo (serramenti e paramenti esterni); di inserire una nuova riga al capitolo di bilancio dal nome manutenzione straordinaria serramenti scuola media Bonifacio del valore di 140mila euro, un intervento finanziato con i proventi delle alienazioni; di inserire l’ampliamento del cimitero di Concadirame del valore di 170mila, intervento finanziato con l’avanzo.

Il secondo è quello che come primo firmatario vede il vice presidente del consiglio Riccardo Ruggero che propone di togliere 3mila euro dal capitolo “sviluppo sostenibile e tutela del territorio e ambiente programma qualità dell’aria e riduzione inquinamento” a favore delle politiche giovanili e di prelevare 2mila euro dal fondo di riserva per “acquisti vari per gruppo protezione civile”.

 

 

9 gennaio 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati: