COMUNE ROVIGO Nadia Romeo e Giorgia Businaro, consigliere del Pd, commentano il documento più importante dell’anno: “Con un bilancio del genere si poteva cambiare volto alla città. Invece..”

“Pioggia di contributi senza alcun indirizzo e del Polo natatorio nessuna traccia"

Baccaglini VW locator

Il Partito Democratico non ha presentato emendamenti al bilancio di previsione 2018: secondo il gruppo consigliare doverli presentare prima della commissione “è una presa in giro”. Nadia Romeo e Giorgia Businaro commentano il documento: “Un bilancio da campagna elettorale, senza alcun progetto” 


Rovigo – “Emendamenti per correggere il documento più complesso e importante dell’anno da presentare prima ancora della spiegazione e discussione in commissione: ci sentiamo presi in giro”. È questa la motivazione addotta dal gruppo consigliare del Partito Democratico per spiegare il motivo per il quale hanno deciso di non presentare alcun emendamento. “È la prima volta che succede una cosa del genere – spiegano Nadia Romeo e Giorgia Businaro – Come sempre questa amministrazione e il regolamento consigliare che loro hanno scritto e votato nonostante le nostre proteste, non tutelano i consiglieri e non gli danno modo di rappresentare i cittadini che gli hanno eletti”.

Ma nonostante la presa di posizione, il bilancio previsionale 2018, al voto in consiglio entro la fine del mese, le due consigliere del Pd lo hanno letto. “Era da anni che non si vedeva una disponibilità di spesa così importante – commentano – Anche grazie al Governo che ha permesso lo sblocco di 900mila euro del patto di stabilità e ha stanziato molti altri finanziamenti. Ma le cose che non riusciamo a capire sono due: intanto che fine ha fatto il Polo Natatorio? Per due anni ci siamo sentiti dire che non c’erano soldi, tutto bloccato per la questione delle piscine. Ed ora? È stato risolto? Se si come?”. 

“E non è tutto – spiega Nadia Romeo – Questo bilancio è in sintesi una pioggia di contributi ma non vi è alcun indirizzo politico, nessun tipo di programmazione. Con un bilancio del genere si poteva cambiare volto alla città. Invece sembra un bilancio da campagna elettorale: contributi a tutti senza alcuna ratio. L’unica vera grossa progettualità di questa amministrazione è possibile solo grazie al finanziamento del Governo di 13milioni e mezzo per la riqualificazione dell’ex ospedale Maddalena”.

“E poi mancano i soldi per le emergenze, non esiste in questo bilancio alcuna politica ambientale – aggiunge Giorgia Businaro – nulla per la qualità dell’aria un problema ormai cronico che non può essere risolto con due domeniche ecologiche, niente per il trasporto pubblico locale dove se avessimo fatto il bando con la Provincia nei tempi avremmo potuto avere accesso al fondo statale per il rinnovo dei mezzi e non solo. E poi la spesa esagerata per lo spostamento delle transenne, 100mila euro e il trasporto disabili ancora precario con uno stanziamento che, come l’anno scorso, non coprirà l’intero anno”. 

 

 

9 gennaio 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

ebook baseball

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento